Il viaggio di nozze di Manuele Cantini e Paola Mori

29 Maggio: Malpensa – Francoforte – Osaka
Partenza dall’aeroporto di Milano Malpensa per Francoforte. Proseguimento per Osaka. Pasti e pernottamento a bordo dell’aeromobile.

30 Maggio: Osaka

31 Maggio: Osaka – Kyoto

Kyoto
Kyoto è stata la capitale del Giappone per più di un migliaio di anni ed è divenuta, nel corso di questi secoli, la culla di gran parte di ciò che il paese ha prodotto di più elaborato nel campo delle arti, della cultura, della religione o delle idee. Lo Shinkansen collega Tokyo a Kyoto in 2 ore e 40 minuti e la città è a 1 ora e 15 minuti dall’Aeroporto Internazionale del Kansai, vicino a Osaka. Nel centro di Kyoto, scoprirete il palazzo imperiale, la cui architettura è famosa per aver raggiunto la quintessenza della semplicità. Nei pressi del palazzo si trova il Castello di Nijo, dall’architettura più sontuosa, che fu la residenza dello shogun Tokugawa Ieyasu in occasione delle sue rare visite in città. Gion Corner, vicino a Shijo-Kawaramachi, è il luogo ideale per scoprire il teatro e le arti tradizionali. I ristoranti vecchio stile, decorati con gusto squisito, contribuiscono a creare l’atmosfera raffinata che emana dal quartiere.

2 Giugno: Escursione a Nara
Antica capitale del Giappone, è ricordata anche come culla dell’arte, della letteratura e della cultura giapponese. I principali luoghi di attrazione per i turisti si trovano nella zona della stazione ferroviaria. Il Parco di Nara è conosciuto meglio con il nome di “Parco dei cervi”, poiché cervi maschi e femmine convivono e si divertono insieme in tutta libertà. L’escursione vi porterà al Tempio Todaiji e al Kasuga Taisha Shrine, patrimonio di Nara. Incontrerete i cervi presso il parco di Nara e potrete ammirare incantevoli paesaggi lungo la strada da Kyoto a Nara.

3 Giugno: Kyoto – Kanazawa

Kanazawa
Un viaggio a Kanazawa è come tuffarsi per magia nel Giappone del periodo feudale. Le strade su cui si affacciano le case signorili, gli antichi quartieri del piacere, il castello e il magnifico giardino Kenrokuen, ne fanno una delle mete più affascinanti. Kanazawa è anche un vero e proprio scrigno dell’artigianato artistico: ci sono i kimono di seta Kaga-Yuzen, le ceramiche di Kutani e Ohi, le lacche Wajima trattate sia in foglia che in polvere d’oro, eccetera. Alla grande raffinatezza di questa città contribuiscono anche spettacoli assai prestigiosi di Nō, come pure la famosa cucina tradizionale. Per un itinerario classico a piedi o con i mezzi locali della città di Kanazawa, vi suggeriamo il seguente itinerario: Kanazawa storica: Santuario di Oyama Residenze di samurai a Nagamachi Nagamachi Yuzen-ka Parco del castello di Kanazawa Parco di Kenrokuen Villa Seisonkak Museo dell’artigianato e degli oggetti tradizionali Museo delle Belle Arti della Provincia di Ishikawa

4 Giugno: Kanazawa – Takayama
Trasferimento in bus turistico da Kanazawa a Takayama con sosta nel villaggio patrimonio Unesco di Shirakawago.

Takayama
Situato nel nord della provincia di Gifu, Takayama è un antico borgo feudale noto per le sue vecchie case di legno, allineate e uniformi in altezza, che conferiscono alle strade un aspetto di ordine e bellezza. La città è nota anche per il festival che si tiene ogni anno in primavera e in autunno. Il festival risale al XVI secolo ed è uno dei tre festival più grandi e belli del Giappone. Durante il festival, la città è attraversata da grandi carri fiammeggianti, i quali offrono agli spettatori un’ammirevole sintesi della bellezza dell’artigianato della regione.

5 Giugno: Takayama – Tokyo

Tokyo
Tokyo, capitale del Giappone, con i suoi 13 milioni abitanti si conferma la metropoli più popolata dell’ intero Paese ed è una delle principali città del mondo. La sua storia ha origini antiche che risalgono al lontano 1603, quando Tokugawa Ieyasu instaurò il governo feudale (shogunato) da cui ebbe inizio un prospero sviluppo. Al tempo, Tokyo veniva chiamata Edo. Centro politico, economico e culturale del Giappone, la città è costituita di 23 distretti che comprendono 26 città, 5 cittadine e 8 comuni. Come polo industriale e commerciale con una rete stradale sempre in via di sviluppo e come centro turistico dai molteplici luoghi d’interesse, richiama innumerevoli visitatori non solo dall’estero, ma anche da tutte le altre regioni del paese. Edifici come il Palazzo del governo metropolitano, la stazione di Tokyo, che è la più grande costruzione in mattoni in Giappone ed è stata restaurata nel 2012, e Skytree, la torre per telecomunicazioni più alta al mondo, contribuiscono al fascino della città tra storia, tradizione e continue novità che ne fanno un punto di riferimento per il mondo intero.

6 Giugno: Escursione al Monte Fuji e Hakone
Hakone, a circa 2 ore di pullman dal centro di Tokyo, è nota per le sue terme. La città è incastonata nella splendida regione montagnosa che ospita il Parco Nazionale di Fuji-Hakone-Izu.Da Togendai, ci si può rilassare imbarcandosi per una crociera sul Lago di Ashino-ko, il quale offre splendide vedute del Monte Fuji. Con i suoi 3776 metri di altitudine, il Monte Fuji è la montagna più alta del Giappone nonché il simbolo per eccellenza del paese. Una passeggiata dalla città di Hakonemachi sul viale Cedar conduce alla vecchia barriera di Hakone. Questo punto di controllo garantiva la sicurezza della città di Edo (l’odierna Tokyo), al tempo capitale dello shogunato.

8 Giugno: Escursione a Nikko
Nikko, a due ore di treno da Tokyo, è sia una meraviglia di bellezze naturali, sia il luogo di insuperabili capolavori architettonici del Giappone. Fa parte del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO dal 1999. Il Santuario di Toshogu, completato nel 1636 e dedicato al fondatore dello shogunato dei Tokugawa, è il punto focale della città. La maggior parte degli edifici dei santuari, così come molti loro elementi, sono stati classificati Tesori nazionali o Importante patrimonio culturale. Il ponte di Shinkyo o “Ponte Sacro” si eleva con grazia sopra il fiume Daiya-gawa. Il Lago di Chuzenji-ko brilla soprattutto all’inizio di maggio, quando i fiori di ciliegio schiudono i propri colori, e a ottobre, quando le foglie indossano l’abito autunnale. A 5 minuti a piedi dalla fermata dell’autobus Chuzenji Onsen si trova la Cascata di Kegon-no-taki, una delle più famose del Giappone. È possibile avvicinarsi alla cascata con un ascensore. Altri 15 minuti di passeggiata e sarà possibile raggiungere il Tempio di Chuzen-ji che ospita la famosa statua della Dea dalle mille braccia.

9 Giugno: Tokyo – Tahiti – Moorea
Trasferimento in aeroporto per il volo per la Polinesia. Pernottamento a bordo. All’arrivo, dopo l’accoglienza, trasferimento per il porto per l’imbarco sul battello per Moorea.

Moorea
Moorea è un giardino lussureggiante posato su una laguna perfetta. Isola adottata da molti pittori, artisti e scrittori, la sua dolcezza, la sua natura preservata ed il suo fascino particolare, seducono immediatamente il viaggiatore. Diviso da due baie maestose, quella di Cook e quella di Opunohu, il profilo verdeggiante dell’isola offre un contrasto sorprendete al limpido blu della laguna. Sulla sabbia bianca delle sue spiagge, nascosti nei giardino fioriti oppure posati sulla laguna, si trovano disseminati bungalow dei numerosi hotel che permettono di assaporare al meglio la quiete di Moorea.

13 Giugno: Moorea – Tahiti – Rangiroa
Trasferimento per il porto per l’imbarco per Tahiti. All’arrivo proseguimento per l’aeroporto per il volo per Rangiroa.

Rangiroa
A un’ora di volo da Tahiti, il suo nome significa “cielo immenso”; è l’atollo più importante delle Tuamotu e uno dei quattro più grandi al mondo: una lunga sequenza di isolotti che cingono una laguna dai colori straordinari, dal verde giada al turchese cangiante al violetto, che resteranno impressi per sempre nella memoria di chi li vede. I villaggi più importanti, Avatoru e Tiputa ,sulla costa nord, si trovano alle estremità opposte del “motu” e sono collegati attraverso una strada di polvere di corallo,a ridosso di una laguna che la leggenda narra sia stata squarciata dai due gemelli Moana Tea, l’oceano calmo, e Moana Uri, l’oceano scatenato. Le placide acque di Rangiroa sono ideali per le piccole imbarcazioni: stupende sono le gite in canoa, barche a pedali, barche con il fondo di vetro e motoscafi. Si possono inoltre praticare lo snorkeling, lo sci d’acqua, il parasailing e la pesca.

17 Giugno: Rangiroa – Papeete – Los Angeles
Trasferimento in aeroporto per il volo per Papeete. Proseguimento per gli Stati Uniti. Pernottamento a bordo.

18 Giugno: Los Angeles – Monaco
Proseguimento per l’Europa, pernottamento a bordo dell’aeromobile.

19 Giugno: Monaco – Firenze
Proseguimento per Firenze, dove l’arrivo è previsto nel pomeriggio.


Questa lista è chiusa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *