Il viaggio di nozze di Mirco Topini e Giulia Ballantini

6 Giugno: Pisa-Londra-Los Angeles
Partenza dall’aeroporto di Pisa per Los Angeles via Londra. All’arrivo, dopo le formalità doganali, trasferimento in hotel.

Los Angeles
Los Angeles è la più grande e popolosa città degli Stati Uniti, si estende dal Pacifico alle montagne di San Gabriel e di Santa Monica. La città venne fondata nel 1781 dal governatore della California, Elipe De Nieve, e venne battezzata con il lunghissimo nome di: nome di: El Pueblo de la Iglesia de Nuestra Señora la Reina de Los Angeles de Porciúncola, nome che con il tempo è andato sempre più accorciandosi, fino a diventare l’attuale ‘L.A’. L’espansione e lo sviluppo economico della città iniziò con la scoperta dell’oro in California, e il collegamento con la ferrovia; ma per la vera crescita bisognerà attendere la scoperta dei giacimenti di petrolio nel 1892 che diede un nuovo impulso all’economia. A partire dagli anni ’20 del secolo scorso, lo sviluppo di Los Angeles  ricevette un’ulteriore impulso dalla nascita di due nuove industrie: il cinema e l’aviazione. La sua vastità ha portato alla convivenza di un’incredibile varietà di razze, culture, lingue, religioni, cucine, paesaggi…  un vero “melting pot”.  Il fascino di questa città è in gran parte legato alle leggende e alla storia del cinema e del mondo dello spettacolo, ecco perchè il distretto più famoso della città è Hollywood, e la famosissima scritta posta sulla collina è diventata un’icona e rientra nell’immaginario comune. Hollywood Boulevard è la via principale ed ospita la Walk of Fame, un lungo marciapiede con incastonate  oltre 2000 stelle che recano i nomi di celebrità onorate per il loro contributo allo star system e all’industria  dello spettacolo. Per gli amanti dello shopping è d’obbligo una tappa nella rinomata Rodeo Drive, la strada più famosa di Beverly Hills, considerata il tempio dello shopping di lusso e residenza di molti personaggi famosi.

10 Giugno: Los Angeles – Cave Creek

11 Giugno: Cave Creek – Grand Canyon

Grand Canyon
Il Grand Canyon si è formato per l’erosione esercitata dal fiume Colorado nel corso di milioni di anni, è una tappa d’obbligo per chi vuole ammirare le bellezze dell’Ovest: una gola lunga più di 350 Km e profonda fino a 2000 m. e vi scorre il fiume Colorado per circa 450 Km dei suoi 2300 Km di percorso, formando una settantina di cascate.

13 Giugno: Grand Canyon – Page
Partendo da Grand Canyon potrete seguire la splendida strada panoramica che conduce alla vostra meta attraverso la Navajo Country e fare una tappa a Cameron per visitare uno dei negozi di artigianato dei nativi americani. Arriverete infine a Page.

Page
Il Lake Powell è uno dei più grandi laghi artificiali degli Stati Uniti. In realtà, dove oggi si possono ammirare le acque del lago, un tempo si potevano contemplare gli scenari tipici dei canyon scavati nell’altopiano del Colorado. Solo nel 1957, a seguito della costruzione della diga di Glen Canyon, le acque invasero le strettissime gole del canyon creando l’attuale Lago Powell.

14 Giugno: Page – Monument Valley
Partenza da Page verso la Monument Valley, area naturale di straordinaria bellezza immortalata dalle pellicole western di John Ford.

Monument Valley
La Monument Valley, o Tse’ Bii’ Ndzisgaii, come lo chiamano gli indigeni Navajo, è il simbolo per eccellenza dell’ American West. Nonostante il nome non si tratta di una “valle” nel senso convenzionale del termine, ma piuttosto un piano infinito interrotto solo da formazioni rocciose che si ergono dal suolo per scagliarsi contro l’orizzonte. Il paesaggio è tra i più particolari, belli e sicuramente famosi, scelto da Hollywood come sfondo per molti film western e pubblicità televisive. L’intero parco è controllato e amministrato dai Navajo, la più grande tribù Indiana Americana negli Stati Uniti, in quanto situato all’interno di una delle loro riserve.

15 Giugno: Monument Valley – Bryce Canyon
Dalla Monument Valley, zona protetta dal 1960, potrete partire alla volta di Bryce Canyon. Prima di raggiungere la meta potrete fare una tappa a Lake Powell, uno dei laghi artificiali più grandi al mondo con i suoi 300 km di lunghezza e 3000km di rive.

Bryce Canyon
Il parco si è formato dall’erosione di diversi agenti atmosferici (acqua, ghiaccio e sbalzi climatici) durante il corso dei secoli sulla sua particolare roccia calcarea e arenaria, modellandola in migliaia di guglie, pinnacoli e labirinti, che vengono chiamati “Hoodoos” e che rendono unico questo parco nazionale. Queste conformazioni eccentriche e stravaganti con forme e colori diversi, formano una specie di grande anfiteatro.

16 Giugno: Bryce Canyon – Las Vegas
Lungo la strada per Las Vegas potrete fare una tappa allo Zion National Park.

Las Vegas
Las Vegas è nota a tutti per la sua insuperabile offerta di divertimenti. Ovunque si guardi, dalle colossali strutture di accoglienza alla famosa Las Vegas Strip e le abbaglianti luci che illuminano la Fremont Street Experience, si trova un’incredibile varietà di cose da vedere e da fare. Ogni anno a Las Vegas viene richiamato un gran numero di visitatori che la visitano per eventi sportivi, congressi e competizioni come il campionato di golf PGA Tour, le partite di rugby del campionato universitario all’arena di Las Vegas e svariati incontri di pugilato validi per il titolo mondiale.

18 Giugno: Las Vegas – Death Valley National Park
Da Las Vegas viaggerete in direzione Ovest attraversando il deserto di Amargosa fino a raggiungere il Death Valley National Park, la celebre “Valle della Morte”.

Death Valley National Park
Paradiso degli estremi è il Death Valley National Park. Si trova tra due catene montuose, nella zona sud-est della California, e offre un paesaggio surreale: una landa desertica caldissima, in cui si registrano le più alte temperature del continente americano (sino a 56 gradi all’ombra), dove sorgono sorprendentemente delle piante grasse e dove vivono numerose specie di animali. Il suo paesaggio è costituito da laghi salati, dune di sabbia dorata e rocce dai colori vivaci. Al suo interno si trova il punto più basso del continente nord americano: Bad Waters, a 86 metri ad di sotto del livello del mare.

19 Giugno: Death Valley National Park – Yosemite National Park
Da Death Valley partirete alla volta dello Yosemite National Park, uno dei parchi più spettacolari degli Stati Uniti. Lungo il tragitto potrete ammirare paesaggi completamente contrastanti, dalla desolazione della Death Valley fino alle cime delle Sierra Nevada Mountains passando per Bishop e per il Tioga Pass: tra alberi di pino e cascate potrete ammirare le spettacolari formazioni rocciose dell’El Captain e dell’Half Dome.

Yosemite National Park
Situato nel cuore della Sierra Nevada, il parco include oltre 400 km di strade, oltre 1300 km di sentieri, una quantità impressionante di specie animali, soprattutto uccelli e mammiferi, come l’orso Greetzly, celebre e temutissimo da quelle parti, ma anche oltre 1400 specie di fiori e piante, tra cui le famose Sequoie Giganti.

21 Giugno: Yosemite National Park – San Francisco
Dallo Yosemite dirigendovi verso San Francisco potrete ammirare lo spettacolare paesaggio della Yosemite Valley passando attraverso la “Gold Rush Country”, la regione battuta dai cercatori d’oro nel tardo Ottocento, che vi condurrà fino a San Francisco.

San Francisco
San Francisco è conosciuta per la sua fresca nebbia estiva, per le sue ripide colline, per la sua vivacità culturale e il suo eclettismo architettonico, che affianca stile vittoriano e architettura moderna, per i suoi famosi paesaggi, incluso il Golden Gate Bridge, e soprattutto per Chinatown, che ospita la più grande comunità cinese di tutti gli Stati Uniti. San Francisco è situata all’estremità nord dell’omonima penisola, costruita su 43 colline; la città conta meno di un milione di abitanti, ma se si conta l’area metropolitana costituita da nove contee, sale a oltre sei milioni. I primi ad abitare la baia di San Francisco furono la tribu dei Miwok, gli spagnoli riuscirono solo nel 1769 ad entrare nella baia; nel 1776 venne inaugurata la missione di San Francesco d’Assisi, che diede in seguito il nome alla città. Una visita di San Francisco include la famosa piazza centrale di Union Square, conosciuta come il luogo dello shopping, degli hotel più facoltosi e dei teatri più prestigiosi, non lontano da Chinatown. Fisherman’s Wharf è l’antico molo dei pescatori adesso ristrutturato, luogo molto animato anche di sera con ristoranti e negozi: il punto di maggiore interesse è il Pier 39 frequentato da una colonia  di leoni marini e ovviamente di turisti. Uno dei tratti di strada più conosciuto di San Francisco è senza dubbio Lombard Street: suggestiva e caratteristica via con 8 tornanti ripidi e stretti circondati da numerose aiuole. Il modo migliore per visitare la città è sicuramente a bordo dei famosi cable car che vi porteranno su e giù per le colline nel cuore della città.

24 Giugno: San Francisco – Londra
Trasferimento in aeroporto per il volo di rientro per l’Europa. Pernottamento a bordo dell’aeromobile.

25 Giugno: Londra – Bologna
Proseguimento per Bologna.


Questa lista è chiusa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *