Shutdown USA 2018

Da sabato 20 Gennaio negli Stati Uniti è in vigore lo “shutdown”, ovvero il blocco delle attività pubbliche non essenziali.

Lo shutdown si verifica quando il Congresso non approva la legge che rifinanzia le attività amministrative federali. L’ultimo shutdown risale all’ottobre del 2013, durò 16 giorni e coinvolse 850 mila dipendenti federali, che furono messi temporaneamente in congedo. Il governo federale continua a garantire i servizi essenziali, come la sicurezza nazionale e quella pubblica, la giustizia, la sanità, le pensioni, il traffico aereo.

Tra le attività ritenute non essenziali rientrano quelle connesse alla gestione dei parchi e dei monumenti nazionali: potrebbero quindi verificarsi possibili chiusure o la mancanza di alcuni servizi (es. servizi igienici, centri per visitatori, manutenzione stradale, raccolta rifiuti ecc.).

Consigliamo di consultare la seguente pagina web per tenersi aggiornati: www.doi.gov/shutdown o il sito ufficiale dei Parchi Nazionali www.nps.gov

Ad oggi non è ancora stata indicata una data ufficiale di termine, vi terremo pertanto aggiornati sull’evoluzione della situazione.

1 commento su “Shutdown USA 2018

  • Nella notte i democratici americani hanno accettato un compromesso sul bilancio che porrà fine allo “shutdown”, il blocco delle attività amministrative federali (almeno fino all’8 Febbraio).
    L’accesso e la gestione dei parchi nazionali dovrebbe quindi normalizzarsi a breve.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *