Ingresso passeggeri in arrivo in Austria, Francia, Grecia, Spagna, Sicilia, Sardegna

Al fine di proteggere la salute pubblica e nell’adottare tutte le misure relative al contenimento del coronavirus, diversi governi nazionali o regionali hanno introdotto norme specifiche e/o questionari che i viaggiatori sono tenuti a dover compilare prima di intraprendere il viaggio.

AUSTRIA: L’Austria ha varato nuovi provvedimenti restrittivi per arginare il diffondersi della pandemia da Covid-19. Dal 15 Gennaio 2021, per entrare nel Paese sarà infatti obbligatorio effettuare una registrazione elettronica attraverso un modulo scaricabile dal sito web del ministero della salute austriaco. L’obbligo riguarda tutte le persone che entrano nel Paese, cittadini austriaci compresi. Ci sono ovviamente eccezioni che includono ad esempio pendolari, viaggiatori in transito per raggiungere un altro Paese e urgenze in ambito familiare, come per esempio i funerali. All’inoltro del modulo verrà fornito un un codice Qr da esibire al controllo in frontiera, codice valido per 28 giorni. A chi non ha la possibilità di effettuare queste procedure per via telematica il governo austriaco permette anche di presentarsi il confine con il modulo compilato e stampato su carta. Resta poi in vigore la quarantena obbligatoria di 10 giorni, che può essere accorciata a 5 giorni con un tampone negativo a proprie spese.

FRANCIA: Tutti i passeggeri con destinazione finale la Francia, in provenienza da tutti i Paesi ad eccezione delle nazioni dell’Unione Europea, di Andorra, Liechtenstein, Monaco, Norvegia, Svizzera, Islanda, San Marino, Vaticano e Territori d’Oltremare ((FDF, PTP, CAY, RUN ) devono presentare l’esito negativo di un test PCR effettuato non più tardi di 72 ore prima della partenza (incluso i bambini dagli 11 anni in su). Solo i test PCR o LAMP sono autorizzati. I test antigenici non sono più accettati. Inoltre dovranno sottoporsi ad auto isolamento per 7 giorni ed effettuare un secondo test PCR al termine dell’isolamento e presentare la certificazione necessaria scaricabile dal sito del Ministero degli Interni francese. I passeggeri in provenienza dai seguenti Paesi sono esenti dalla presentazione della certificazione: Australia, Corea del Sud, Giappone, Nuova Zelanda, Rwanda, Singapore e Thailandia.

GRECIA: Tutti i viaggiatori diretti in Grecia a partire dal 1 Luglio 2020 sono tenuti a compilare una registrazione ON LINE, 48 ore prima del previsto arrivo in Grecia, accedendo al sito: https://travel.gov.gr

PAESI BASSI: A partire dal 23 Gennaio 2021 tutti i passeggeri che viaggiano nei Paesi Bassi per via aerea o marittima da aree ad alto rischio devono essere in grado di produrre un risultato negativo di un test rapido COVID-19 eseguito poco prima della loro partenza. Il test non deve essere stato eseguito più di quattro ore prima dell’imbarco sull’aereo o sulla nave. Questo requisito si aggiunge all’esistente risultato negativo obbligatorio di un test PCR eseguito non più di 72 ore prima dell’arrivo nei Paesi Bassi. Queste misure si applicano anche alle persone che viaggiano verso le zone caraibiche dei Paesi Bassi. Si invita inoltre a consultare il sito dell’Istituto di sanità olandese RIVM (www.rivm.nl) per informazioni aggiornate sull’evoluzione e le misure di contrasto alla pandemia nei Paesi Bassi nonché per reperire ogni recapito utile.

SPAGNA: Tutti i viaggiatori provenienti da qualsiasi stato estero diretti in Spagna dal 1 Luglio 2020 sono tenuti a compilare una registrazione ON LINE (in inglese, francese o spagnolo) disponibile all’indirizzo https://spth.gob.es al termine della quale si otterrà un codice QR da presentare ai punti di controllo in arrivo in Spagna.


SARDEGNA: In base all’ordinanza del Presidente della Regione n. 27 del 2 Giugno 2020 tutti i passeggeri in arrivo in Sardegna su linee aeree o marittime erano tenuti a registrarsi prima dell’imbarco tramite l’apposito modulo on line, disponibile all’indirizzo https://sus.regione.sardegna.it/sus/covid19/regimbarco/init Dopo la compilazione del modulo si riceveva una email di notifica dell’avvenuta registrazione da esibire al momento dell’imbarco. La mail conteneva un codice QR e un id di conferma, insieme al link alla scheda di ricerca di possibili pregressi infezione o contatto col Covid-19. Anche la compilazione di tale scheda era obbligatoria e poteva essere effettuata a partire da 48 ore prima della partenza. Gli effetti di tale ordinanza sono terminati il 23/11/20.

SICILIA: Dopo l’ordinanza del Presidente della Regione Siciliana n.24 del 6 giugno 2020 (che recepisce il protocollo “SiciliaSiCura” per il contenimento del contagio da coronavirus), entra in vigore in Sicilia una nuova disciplina, cui deve uniformarsi chiunque faccia ingresso in Sicilia, se non residente nell’Isola o ivi domiciliato. All’indirizzo https://siciliasicura.costruiresalute.it/ è già disponibile il modulo per la registrazione obbligatoria per tutti i passeggeri non residenti e non domiciliati che arriveranno in Sicilia tra l’8 Giugno e il 30 Settembre 2020. Attraverso l’app, agli registrati utenti verranno erogati servizi in lingua italiana e inglese, con informazioni di natura sanitaria. Per informazioni invitiamo a consultare il sito della Regione Sicilia www.regione.sicilia.it


Come sempre, siamo a disposizione di tutti coloro che si rivolgeranno alla nostra agenzia per la prenotazione di un viaggio o un soggiorno verso queste destinazioni.