Il viaggio di nozze di Lorenzo Cerrone e Sara Francioli

    Il viaggio di nozze di Lorenzo Cerrone e Sara Francioli

    Giappone, la fioritura dei ciliegi

    Letteralmente, “hanami” significa “ammirare i fiori” e in Giappone si tratta di una vera e propria tradizione iniziata 1300 anni fa, diffusasi poi in tutto il mondo.  I fiori protagonisti dell’hanami sono i fiori di ciliegio (sakura in giapponese) e in misura minore quelli degli alberi di prugne (ume) e possono essere ammirati sia di giorno sia di notte. Il fiore di ciliegio, nella cultura giapponese, riveste dei significati molto importanti e centrali in diversi ambiti. Poiché il sakura è un fiore che sboccia in modo molto appariscente ma dura per pochi giorni, è diventato il simbolo della stagionalità, della caducità della bellezza e, per estensione, della vita. La metafora del sakura è centrale nel buddismo, soprattutto nel buddismo zen, dove il fiore del ciliegio ricorda ogni anno la natura effimera di tutte le cose, anche di quelle apparentemente destinate a durare. Non a caso, in particolare i Samurai venivano paragonati ai fiori di ciliegio: la loro vita era magnifica e potente ma sempre pronta a spegnersi nel momento di maggiore vigore. La tradizione dell’hanami, l’ammirazione per un tipo di bellezza così spettacolare e tuttavia momentanea, che sparisce dopo poche settimane, porta oggi milioni di giapponesi e di turisti nei parchi cittadini e nelle lande della campagna per ammirare uno dei momenti dove la bellezza della natura è mozzafiato. Le feste per l’hanami sono bei party all’aperto che possono consistere in un semplice picnic o anche in una festa vera e propria, con balli, musiche e intrattenimento. Le feste per l’hanami più suggestive sono quelle notturne, dove i ciliegi sono adornati con le caratteristiche lanterne di carta.

    Tokyo
    Tokyo, capitale del Giappone, con i suoi 13 milioni abitanti si conferma la metropoli più popolata dell’ intero Paese ed è una delle principali città del mondo. La sua storia ha origini antiche che risalgono al lontano 1603, quando Tokugawa Ieyasu instaurò il governo feudale (shogunato) da cui ebbe inizio un prospero sviluppo. Al tempo, Tokyo veniva chiamata Edo. Centro politico, economico e culturale del Giappone, la città è costituita di 23 distretti che comprendono 26 città, 5 cittadine e 8 comuni. Geograficamente parlando, Tokyo si trova quasi al centro dell’arcipelago del Giappone, nella parte meridionale della regione Kanto, e confina ad est con la prefettura di Chiba, delimitata dal fiume Edo-gawa, ad ovest con le montagne della prefettura di Yamanashi, a sud con la prefettura di Kanagawa, il cui limite viene definito dal fiume Tama-gawa, ed infine a nord con la prefettura di Saitama. Il territorio distrettuale copre una superficie di 621 km2 e ha una popolazione di 9 milioni abitanti. Come polo industriale e commerciale con una rete stradale sempre in via di sviluppo e come centro turistico dai molteplici luoghi d’interesse, richiama innumerevoli visitatori non solo dall’estero, ma anche da tutte le altre regioni del paese. Edifici come il Palazzo del governo metropolitano, la stazione di Tokyo, che è la più grande costruzione in mattoni in Giappone ed è stata restaurata nel 2012, e SKYTREE, la torre per telecomunicazioni più alta al mondo, contribuiscono al fascino della città tra storia, tradizione e continue novità che ne fanno un punto di riferimento per il mondo intero.

    Il Japan Rail Pass è un pass ferroviario per stranieri che visitano il Giappone, ed è il modo più conveniente per visitare il paese utilizzando il treno. Con questo pass si possono utilizzare quasi tutti i treni della compagnia ferroviaria giapponese (Japan Railways) viaggiando con diversi tipi di treni compresi i treni ad alta velocità “Shinkansen”(ad eccezione del Nozomi e dei treni Mizuho), sono incluse le linee ferroviarie urbane, i servizi dei bus navetta della JR e la Tokyo Monorail.

    Takayama
    Situato nel nord della provincia di Gifu, Takayama è un antico borgo feudale noto per le sue vecchie case di legno, allineate e uniformi in altezza, che conferiscono alle strade un aspetto di ordine e bellezza. La città è nota anche per il festival che si tiene ogni anno in primavera e in autunno. Il festival risale al XVI secolo ed è uno dei tre festival più grandi e belli del Giappone. Durante il festival, la città è attraversata da grandi carri fiammeggianti, i quali offrono agli spettatori un’ammirevole sintesi della bellezza dell’artigianato della regione.

    Da Takayama a Kanazawa
    Bus di linea turistico da Takayama a Kanazawa con possibilità di stop nel villaggio patrimonio Unesco di Shirakawago, un paese rurale con le caratteristiche case di paglia Ghassozukuri dalla unica forma architettonica. 

    Kanazawa
    Un viaggio a Kanazawa è come tuffarsi per magia nel Giappone del periodo feudale. Le strade su cui si affacciano le case signorili, gli antichi quartieri del piacere, il castello e il magnifico giardino Kenrokuen, ne fanno una delle mete più affascinanti. Kanazawa è anche un vero e proprio scrigno dell’artigianato artistico: ci sono i kimono di seta Kaga-Yuzen, le ceramiche di Kutani e Ohi, le lacche Wajima trattate sia in foglia che in polvere d’oro, eccetera. Alla grande raffinatezza di questa città contribuiscono anche spettacoli assai prestigiosi di Nō, come pure la famosa cucina tradizionale. Per un itinerario classico a piedi o con i mezzi locali della città di Kanazawa, vi suggeriamo il seguente itinerario: Kanazawa storica: Santuario di Oyama Residenze di samurai a Nagamachi Nagamachi Yuzen-ka Parco del castello di Kanazawa Parco di Kenrokuen Villa Seisonkak Museo dell’artigianato e degli oggetti tradizionali Museo delle Belle Arti della Provincia di Ishikawa

    Kyoto
    Kyoto è stata la capitale del Giappone per più di un migliaio di anni ed è divenuta, nel corso di questi secoli, la culla di gran parte di ciò che il paese ha prodotto di più elaborato nel campo delle arti, della cultura, della religione o delle idee. Lo Shinkansen collega Tokyo a Kyoto in 2 ore e 40 minuti e la città è a 1 ora e 15 minuti dall’Aeroporto Internazionale del Kansai, vicino a Osaka. Nel centro di Kyoto, scoprirete il palazzo imperiale, la cui architettura è famosa per aver raggiunto la quintessenza della semplicità. (Da tener presente: è necessario effettuare una prenotazione presentando il passaporto 20 minuti prima dell’inizio delle visite guidate delle 10:00 o delle 14:00). Nei pressi del palazzo si trova il Castello di Nijo, dall’architettura più sontuosa, che fu la residenza dello shogun Tokugawa Ieyasu in occasione delle sue rare visite in città. Gion Corner, vicino a Shijo-Kawaramachi, è il luogo ideale per scoprire il teatro e le arti tradizionali. I ristoranti vecchio stile, decorati con gusto squisito, contribuiscono a creare l’atmosfera raffinata che emana dal quartiere.


    Prenota la tua quota regalo per la lista nozze di Lorenzo e Sara, potrai successivamente confermare la prenotazione con un bonifico bancario o recandoti direttamente in agenzia

      Lista nozze: CERRONE FRANCIOLI

      Vorrei iscrivermi alla newsletter de LA FIBULA Viaggi