Il viaggio di nozze di Matteo Creatini e Alessia Ghilli

2 Agosto: Roma – Amsterdam – Lima

Lima
Lima (fondata col nome di Ciudad de los Reyes) è la capitale e la città più popolata del Perù. Storicamente è stata anche la capitale del Vicereame del Perù. È il centro culturale, industriale e finanziario dell’intero stato sudamericano. La città si trova sulla in riva all’oceano Pacifico sulla costa centrale del Perù. Poiché arriva a toccare delle aree desertiche, alcuni la considerano la più estesa città al mondo costruita su un deserto, sopravanzando anche Il Cairo. Il centro storico di Lima è un tipico esempio dell’architettura coloniale spagnola, che mostra le migliori espressioni nei dintorni della Plaza de Armas: la Cattedrale, il Palazzo di Governo (Casa di Francisco Pizarro) e numerose chiese e “casone” tra cui risalta l’edificio di Torre Tagle, sede della Cancelleria. Conserva importanti Musei che riuniscono collezioni archeologiche uniche, come il “Museo Nazionale di Archeologia e Antropologia”, il “Museo Larco Herrera” e il “Museo dell’Oro”. Ma Lima è anche una città moderna e attrattiva con quartieri finanziari e commerciali come San Isidro e Miraflores.
Una menzione a parte merita Barranco centro della vita artistica e notturna della città. Non si può tralasciare di ricordare la tipica gastronomia “criolla limeña”, con i suoi deliziosi piatti a base di frutti di mare e pesce (incomparabile il “ceviche”)…pesce crudo che non ha nulla da invidiare al più celebre sushi giapponese. Il clima di Lima è abbastanza singolare.

3 Agosto: Lima – Paracas
Nel mattino, passeggeremo per le principali strade, piazze e viali della città. Cominciando dal Parco dell’Amore a Miraflores, che offre una spettacolare vista dell’Oceano Pacifico. Successivamente godremo di una vista panoramica della Huaca Pucllana, centro cerimoniale della cultura Lima. Proseguiremo verso la Piazza delle Armi, dove troveremo il Palazzo di Governo e il Municipio. Visiteremo la Cattedrale e cammineremo fino al Convento di Santo Domingo, i cui corridoi sono stati percorsi da San Martín de Porres e da Santa Rosa di Lima nel XVII secolo e dove attualmente se ne conservano i resti. Dopo la visita della città partenza per Paracas.

4 Agosto: Paracas – Ica
Al mattino presto, saliremo a bordo della barca per realizzare un’escursione marina alle Isole Ballestas. Lungo il tragitto apprezzeremo il Candelabro, disegno scolpito su una collina di sabbia e orientato verso la Pampa di Nazca. Sulle isole, vivremo il contatto con la natura e ascolteremo i suoni dei lupi marini, osserveremo alcuni pinguini di Humboldt e gli uccelli marini che annidano sulle isole. Ritorno e partenza per Ica. Visita ad una bottega tradizionale a Pisco per conoscere il processo di distillazione della nostra bevanda nazionale. Pranzo incluso nella bottega artigianale. Proseguimento per l’hotel a Ica. Sulla strada, ci fermeremo per ammirare l’Oasi di Huacachina. Arrivo e pernottamento ad Ica.

5 Agosto: Ica – Nazca – Lima
Trasferimento all’aerodromo di Ica per salire a bordo dell’aereo monomotore e sorvolare le misteriose Linee di Nazca, enormi disegni che solo possono essere apprezzati dall’alto, e rappresentano diversi insetti e animali come la scimmia, il colibrì, il condor, la lucertola, il ragno, la balena, l’albero, le mani e molteplici linee che attraversano tutta la pampa di Nazca. Non si sa ancora come siano state realizzate. Secondo una teoria, si pensa che furono un monumentale calendario astronomico che rappresentava le costellazioni. Rientro a Lima e sistemazione in hotel.

6 Agosto: Lima – Arequipa
Nella mattina, trasferimento in aeroporto. Partenza con volo verso Arequipa. Arrivo e trasferimento in hotel. Nel pomeriggio, la Città Bianca ci apre le sue porte per un percorso che avrà inizio dal belvedere di Carmen Alto, che ci regalerà bei paesaggi fatti di terrazzamenti agricoli e da dove potremo ammirare i tre vulcani che proteggono e circondano la città: Misti, Chachani e Pichu-Picchu. Proseguiremo verso il quartiere coloniale di Yanahuara, visiteremo la sua piazza e la sua Chiesa costruita in stile andaluso ed il suo belvedere, di pregio architettonico e circondato da archi costruiti in roccia vulcanica. Conosceremo anche il “Callejón del Cabildo”, tipica strada di roccia vulcanica con ornato di gerani. Successivamente visiteremo il Monastero di Santa Catalina, incredibile monumento religioso che è stato chiuso per circa 400 anni; la città con le sue stradine strette, le piazze e i giardini ci ricorda gli antichi quartieri di Siviglia o Granada. Infine ci dirigeremo alla Piazza delle Armi, dove potremo ammirare la Cattedrale e i portici che circondano la piazza; visiteremo la Chiesa della Compagnia di Gesù, fondata nel secolo XVII dai Gesuiti ed ammirevole per i suoi claustri e per la famosa Cupola di San Ignazio. Pernottamento ad Arequipa.

7 Agosto: – Arequipa – Colca 
Partiremo alla volta della spettacolare Valle del Colca. Saliremo lungo le falde del vulcano Chachani; la veduta dei vulcani Misti e Picchu Picchu è stupenda. Attraverseremo la riserva di vigogne di Pampa Cañahuas, dove le vedremo libere, andare a piacimento per le terre alto-andine. Sul nostro cammino troveremo villaggi tipici e particolari. Pranzeremo sulla strada di ritorno all’hotel. Pomeriggio libero.

8 Agosto: Colca – Puno
Alla mattina molto presto, ci dirigeremo al belvedere della Cruz del Cóndor e saremo spettatori dell’imponenza del volo dei condor, enormi uccelli delle Ande, in via di estinzione e símbolo della Cordigliera delle Ande. La veduta ci permetterà di apprezzare in pieno la dimensione del cañón, considerato uno dei più profondi del mondo. Visiteremo i villaggi di Maca e Yanque che ancora conservano le loro Chiese coloniali. Dopo pranzo, intraprenderemo un viaggio di circa 7 ore fino al nostro hotel nella città di Puno, dove saremo ricevuti e assistiti al nostro arrivo. Pernottamento a Puno.

9 Agosto: Puno – Lago Titicaca – Puno 
Conosceremo il Lago Titicaca in una escursione che durerà tutta la giornata. Cominceremo visitando gli Uros, ospitali abitanti che ci riceveranno nelle isole artificiali costruite a base di “totora”. Proseguiremo verso l’Isola di Taquile, dove gli abitanti conservano ancora le loro ancestrali tradizioni e che ci riceveranno con i loro colorati costumi tipici. Non perderemo l’opportunità di esplorare le isole che ci sorprenderanno con il bel panorama del lago. Assaporeremo un pranzo tipico sull’isola. Nel pomeriggio faremo ritorno in città.

10 Agosto: Puno – Cuzco
Partiremo con un autobus turístico verso la città di Cusco. Lungo il cammino effettueremo soste per visitare le attrazioni paesaggistiche di questa rotta. La nostra prima sosta sarà al Museo del luogo di Pucará. Non ci lasceremo scappare l’opportunità di procurarci uno dei classici piccoli tori di questa località. Le nostre seguenti soste verranno effettuate per il pranzo e per godere del meraviglioso panorama de La Raya, il confine naturale tra Puno e Cusco. Proseguiremo verso Racchi, Tempio del Dio Wiracocha, nel quale risaltano le enormi mura e i paesaggi del recinto. Prima di giungere a destinazione, visiteremo la splendida cappella di Andahuaylillas. Arriveremo nel tardo pomeriggio. Pernottamento a Cusco.

11 Agosto: Cuzco
Al mattino, ci allontaneremo dalla folla per visitare Sacsayhuamán, un’impressionante roccaforte adibita a cerimonie, con colossali costruzioni e circondata da splendidi paesaggi in completa armonia con il contesto. Proseguiremo verso il luogo di adorazione dell’epoca incaica di Qengo, antico tempio del Puma, dove è possibile ammirare un altare per i sacrifici nella parte interna di un’enorme roccia. Infine giungeremo alla torre di osservazione di Puca Pucará e a Tambomachay, monumento di grande prestigio architettonico, considerato uno dei pilastri della cosmovisione andina. Pranzo libero. Nel pomeriggio, percorso esclusivo della città che inizia con la visita alla Piazza di San Cristoforo dalla quale si gode una vista panoramica della città. Poi, visiteremo il Mercato di San Pietro, dove assaporeremo il sapore locale e i prodotti della zona da vicino, questo mercato ha tutto ed è il principale centro di fornitura della città. Proseguiremo verso il Tempio di Koricancha che ci si presenta in tutta la sua magnificienza. Il Recinto d’Oro è il suo nome in quechua e i suoi fasti ancora appaiono tra le pareti che una volta erano completamente rivestite in oro. Da San Blas, il quartiere degli artigiani, scenderemo a piedi dalla strada Hatun Rumiyoc lungo la quale troveremo il palazzo Inca Roca, oggi Palazzo arcivescovile. Avremo il tempo per ammirare la famosa Pietra dei Dodici angoli. Proseguiremo verso la Piazza delle Armi per visitare la Cattedrale che ospita opere coloniali di grandissimo valore. Pernottamento a Cusco.

12 Agosto: Cusco – Valle Sacra – Aguas Calientes (Machu Picchu)
Visiteremo i siti più importanti della Valle Sacra degli Incas. Partiremo per la città di Chinchero, la più caratteristica e pittoresca della Valle Sacra. Prima di arrivare faremo una breve sosta al Centro tessile Urpi famoso per le sue tessitrici che ci insegneranno le antiche tecniche Inca per la tintura e la filatura con lana di alpaca. Nella città di Chinchero visiteremo il suo complesso archeologico Inca e la sua bellissima chiesa coloniale godendo delle impressionanti immagini naturali che circondano la città. Continuazione verso Moray, bellissimo e curioso complesso archeologico Inca composto da colossali terrazze concentriche che simulano un grande anfiteatro. Nei tempi di Incas serviva come laboratorio agricolo dove venivano ricreati diversi microclimi. Pranzo in uno dei ristoranti della zona. Continueremo il nostro cammino verso la comunità di Maras, famosa per le sue miniere di sale. La bellezza delle sue oltre 3000 piscine contrasta con la maestosità della Valle. Il sale di Maras viene sfruttato fin dai tempi del Tahuantinsuyo e continua ad essere motivo di orgoglio per la gente del posto. Termineremo il nostro tour visitando il favoloso complesso archeologico di Ollantaytambo importante per gli Incas come centro militare, religioso e agricolo. Le cartoline dalle alture di Ollantaytambo chiuderanno questo magico giorno nella Valle Sacra degli Incas.
Dopo, partiremo in treno dalla stazione di Ollantaytambo, arriveremo alla stazione di Aguas Calientes. Cena in hotel.

13 Agosto: Machu Picchu – Cuzco
Ci imbarcheremo sul mezzo di trasporto che sale lungo un percorso intricato e che offre uno spettacolare panorama del fiume Urubamba, che da forma al famoso cañón. La Città Perduta degli Incas, Machu Picchu ci riceverà con i suoi incredibili terrazzamenti, scalinate, recinti cerimoniali ed aree urbane. Il tutto emana energia. All’ora stabilita, faremo ritorno in treno e saremmo portati in hotel. Pernottamento a Cusco.

14 Agosto: Cuzco – Lima – Buenos Aires

Buenos Aires
Questa città cosmopolita, è senz’altro un esordio superlativo per un soggiorno in Argentina. I diversi aspetti della sua architettura e la varietà dei suoi quartieri e dintorni riflettono periodi di grandezza e benessere, influenze culturali e correnti migratorie. Le sue atmosfere europee sono di indubbio fascino e ad ogni angolo la città sorprende con inaspettati scorci e particolarità. Buenos Aires rappresenta senza dubbio la variopinta ed eterogenea essenza dell’argentina, è un crogiolo di razze, una fusione tra abitanti nativi e immigranti spagnoli, italiani, inglesi, francesi, tedeschi, ebrei, arabi, greci, giapponesi e, più recentemente, cinesi e coreani a formare i 12 milioni di anime che la popolano. In ogni ufficio, negozio, su ogni mezzo di trasporto o ristorante, sarà facile ritrovare un estimatore dell’Italia, per discendenza diretta o più lontana. Gli italiani in Argentina sono “di casa”. E’ la città ideale per una prima sosta di arrivo in questo meraviglioso Paese ed alla fine, per lo shopping in Calle Florida, un’area pedonale e commerciale di ben 11 isolati. Raffinata ed elegante, alberga una svariata gamma di proposte culturali da scoprire e gioire. Composta di 48 quartieri, offre un’infinità di proposte ai viaggiatori di tutte le età e dai più svariati interessi e di vivere un’esperienza eccezionale. Buenos Aires convivono gli opposti: il disegno barocco e quello minimalista; la nuova cucina molecolare si accosta agli asados (carne alla griglia), agli spuntini nelle popolari trattorie e alle raffinate sale di tè. In questa città le moderne torri s’innalzano fra rigogliosi parchi ed è qui dove il fiume Río de la Plata è amato e trascurato allo stesso tempo. Una sua visita dovrebbe sicuramente prevedere per lo meno: l’area centrale ed elegante, dei grandi viali: 9 de Julio, Avenida e Plaza de Mayo, dove si affacciano i monumenti più noti; i quartieri più esclusivi di Palermo e Recoleta, la zona di tendenza di Puerto Madero, il quartiere tipico di La Boca e una po’ di tempo per perdersi a Sant Telmo, tra antiquari e intriganti balli di tango all’aperto. Altri due posti interessanti da visitare sono il Mercato delle Carni di Liniers, e la Fiera Rurale ed Agricola che si tiene annualmente in luglio ed agosto dal 1858. Buenos Aires, culla del tango, è tutto uno spettacolo e per la sera c’è l’imbarazzo della scelta, tra numerosi eccellenti ristoranti, locali alla moda e gli imperdibili spettacoli di tango argentino , nelle migliori “tanguerias” della città.

16 Agosto: Escursione cena e Spettacolo di Tango a El Querandi
Partenza dall’hotel verso questo famoso locale, El Querandí, nel centro storico della città, tutte le sere fin dal 1920 rappresenta “Nuestro Tango”, uno spettacolo che viaggia attraverso la storia del tango e che intende rendere omaggio al sentimento popolare che ha dato origine a questa espressione artistica.

18 Agosto: Buenos Aires – Iguazu

19 Agosto: Iguazu
Partenza dall’hotel per visitare il lato argentino delle Cascate di Iguazú, situate dentro il Parque Nacional Iguazú. Con un’estensione di 67.000 ettari questo parco è stato dichiarato Patrimonio Naturale dell’Umanità dall’UNESCO. Le Cascate posseggono 275 salti d’acqua e cadono da un’altezza media di settanta metri. Il punto di partenza è la “Estación Central”, da dove si può scegliere di prendere un servizio di treni che porta all’“Estación Cataratas” o all’”Estación Garganta del Diablo”. L’escursione Garganta del Diablo parte dall’“Estación Garganta del Diablo” per camminare sulle passerelle lunghe 1.200 metri e che permettono al visitatore di ammirare la vista del salto più importante delle Cascate. La passeggiata ha una durata di due ore, ed un livello di difficoltà basso, senza scalinate. Il ritorno si effettua in treno fino al Centro de Visitantes. Il circuito superiore è un percorso di 800 metri sulle passerelle, sopraelevate sulla superficie del terreno, per non interrompere o disturbare il passaggio della fauna. In questo circuito si osservano le cadute d’acqua dalla parte superiore dei salti Dos Hermanas, Bosetti, Bernabé Méndez, M´Bigua, ed altri. Ha una durata di un’ora e con un livello di difficoltà basso, senza scalinate. Il circuito inferiore consiste in una camminata di 1.600 metri sulle passerelle, sopraelevate sulla superficie del terreno, con la vista dei salti Dos Hermanas, Alvar Nuñez, San Martín, Bosetti e Peñón de la Bella Vista. Si può inoltre avere una vista panoramica della Garganta del Diablo e del Cañón del Río Iguazú Inferior. Ha una durata di due ore, ed un livello di difficoltà medio, con scalinate. Rientro in hotel.

20 Agosto: Iguazu – Buenos Aires
In mattinata è prevista la visita al versante brasiliano, si lascerà Puerto Iguazu per andare a Foz do Iguacu in Brasile e visitare le cascate dal lato brasiliano. Entreremo nel Parco e percorreremo l’unico sentiero che ci porta fino al belvedere della Garganta del Diablo. Durante la camminata, ammireremo la quasi totalità dei salti. All’ora convenuta trasferimento in aeroporto.

20 Agosto: Iguazu – Buenos Aires

21 Agosto: Buenos Aires – Amsterdam 

22 Agosto: Amsterdam – Roma


Prenota la tua quota regalo per la lista nozze di Matteo e Alessia: potrai successivamente confermare la prenotazione con un bonifico bancario o recandoti direttamente in agenzia

Lista nozze: MATTEO CREATINI e ALESSIA GHILLI