Il viaggio di nozze di Francesco Creatini e Gaia Gravante

10 Settembre: Roma – New York

11 Settembre: New York – Cascate del Niagara
Partenza da New York per le Cascate del Niagara attraversando lo stato di New York. Arrivo nel tardo pomeriggio a Niagara. Le cascate del Niagara sono tra le mete più visitate del continente nordamericano. Non sono fra le più alte al mondo (52 metri di salto), ma lo spettacolo vero è dato dall’imponenza, dall’ampiezza e dalla portata delle acque.

12 Settembre: Cascate del Niagara – Toronto – Cascate del Niagara
Partenza per l’attrazione indiscussa delle Cascate del Niagara e per la breve crociera a bordo di uno dei battelli che si spingono fin sotto i loro potenti getti d’acqua. Nel pomeriggio visita della città di Toronto.

13 Settembre: Cascate del Niagara – Washington D.C.
Partenza per Washington D.C. e arrivo nel tardo pomeriggio. Capitale degli Stati Uniti, e sede di tutti gli uffici amministrativi del paese, Washington D.C. si affaccia sul fiume Potomac: in nessun luogo come questo si respira l’aria del sogno americano, testimoniato da monumenti nazionali e musei sparsi un po’ ovunque, molti dei quali con ingresso gratuito.

14 Settembre: Washington D.C.
Visita dell’esterno della Casa Bianca, del Campidoglio, del Monumento a Washington e del cimitero di Arlington. Trovarsi di fronte alla residenza della persona più potente del pianeta fa un certo effetto. La Casa Bianca, o White House, non è solo la fantastica dimora dove risiede il Presidente degli USA con la sua famiglia, bensì un simbolo che ha preso piede nel nostro immaginario. Ci spostiamo poi nel quartiere di Arlington per la visita del cimitero dove si trovano il monumento al Milite Ignoto e soprattutto la tomba di J.F. Kennedy, uno dei Presidenti degli USA più amati.

15 Settembre: Washington – Philadelphia – New York
Partenza per New York con una sosta a Philadelphia e breve visita del centro storico. Philadelphia, simbolo di libertà e democrazia, prima capitale degli Stati Uniti d’America, fondamentale per la storia americana, “città dell’amore fraterno”. Philly è il fulcro della storia degli USA, teatro dei principali avvenimenti fondativi della nazione americana: l’arrivo a New York è previsto nel tardo pomeriggio.

New York
“The city that never sleeps…” è il ritornello di una celebre canzone che più si adatta a questa città che appunto sembra non “dormire mai” , caratterizzata da musei unici al mondo, parchi sconfinati, centri commerciali, locali di ogni stile e gusto, senza contare che la sua indole creativa non teme rivali. E’ la città per eccellenza, dove nascono nuove idee, nuove tendenze, nuove mode che da qui si propagano nel resto del mondo. New York è soprannominata la “Grande Mela”, perla globale inconfondibile bellezza, è una delle mete turistiche più visitate, sognate, desiderate ed immaginate di tutto il mondo. Il territorio NewYorkese sorge su un’area di 1214 km² alla foce del fiume Hudson, si estende in parte sulla terraferma e in parte su isole (Manhattan, Staten Island e Long Island) nella così detta Baia di New York (New York Bay). E’ amministrativamente divisa in cinque distretti (boroughs): Manhattan, Bronx, Queens, Brooklyn e Staten Island. 

Una visita di Manhattan può iniziare da quella che è conosciuta come la via dello shopping e dei negozi più alla moda, la 5th Avenue e proseguire con la piazza più animata di New York: Times Square, il suo nome deriva dal quotidiano “New York Times” che nel 1904 aveva i suoi uffici proprio qui; questa è la zona dei maestosi grattacieli, del Rockfeller Center, il simbolo del potere di New York. La visita può continuare in quella che viene definita Downtown: Ground Zero, Wall Street e Battery Park, il punto migliore da cui si può osservare la città e da cui partono ogni quindici minuti i battelli per andare a visitare l’emblema della città: la Statua della Libertà; un modo migliore per effettuare spettacolari foto di questa icona è sicuramente prendendo il traghetto che conduce a Staten Island. Da qui è consigliata una passeggiata verso nord lungo Water street fino a South street seaport (pier 17), da dove potrete ammirare il fantastico ponte di Brooklyn. Nella vostra visita non può mancare una salita sul Top of the Rock per godere di una vista panoramica su tutta New York e su un’altra icona della città: l’Empire State Building. Ma Manhattan non è solo questo, per scoprire gallerie d’arte,caffè e boutique non può mancare una passeggiata tra i quartieri di Chinatown, Tribeca, Little Italy (Mulberry street), Soho, Chelsea, il Village e Harlem che dopo un attento programma di rivalutazione socio culturale è diventato un quartiere molto interessante e da non perdere assolutamente.

19 Settembre: New York – Aruba

Aruba
E’ un’isola situata nel Mare Caraibico, a nord del Venezuela. Al contrario di molte altre isole dei Caraibi, Aruba è un’isola di scarsi rilievi e scarsa vegetazione, con un clima secco, caratteristica questa che ha favorito lo sviluppo del turismo. La maggior parte delle spiagge più caratteristiche sono situate sul lato occidentale e meridionale dell’isola, al riparo dalle forti correnti dell’oceano. I litorali nordici ed orientali, mancano di questa protezione. L’interno dell’isola è caratterizzata dalla presenza delle Rolling Hills, le due vette più alte sono Hooiberg e Jamanota, che è il punto più alto sull’isola. L’isola non ha suddivisioni amministrative. Il clima locale è un clima marino tropicale molto piacevole. Poche le variazioni stagionali di temperatura che si mantiene costante circa 28 °C per tutto l’anno. Costanti anche i venti gli alisei dell’Oceano Atlantico. La precipitazione annuale raggiunge a mala pena 500 millimetri, l’autunno è la stagione più piovosa.
I colorati centri commerciali e le vie principali fanno l’occhiolino agli appassionati di shopping, che passeggiano con calma attraverso i negozi speziati con fragranze floreali di profumi, che scintillano con file di vetrine piene di gioielli in oro, orologi e gemme luccicanti, allestite all’ultima moda e inducendo in tentazione con gadget dal design intrigante e sofisticati articoli elettronici. I negozi di Aruba sono forniti di merce d’importazione e di articoli di lusso a prezzi eccezionali. Molti negozi vendono anche oggetti di artigianato locale. Ad Aruba l’aloe è molto diffusa e i prodotti per la cura della pelle vengono prodotti proprio sull’isola. Tra le spiagge meno affollate dei Caraibi Olandesi vi consigliamo Arasji Beach all’estremità nord-occidentale dell’isola, la piccola baia di Baby Beach all’estremità sud-orientale e Boca Grandi.

24 Settembre: Aruba – New York – Roma

25 Settembre: Roma Fiumicino