Il viaggio di nozze di Andrea Gazzarri e Elena Rossetti

13 Giugno: Firenze – Francoforte – San Francisco

San Francisco
San Francisco è una delle mete di viaggio più importanti del mondo oltre 16 milioni di turisti visitano annualmente la città del Golden Gate. E’conosciuta per la sua fresca nebbia estiva, per le sue ripide colline, per la sua vivacità culturale e il suo eclettismo architettonico, che affianca stile vittoriano e architettura moderna, per i suoi famosi paesaggi, incluso il Golden Gate Bridge, e soprattutto per Chinatown, che ospita la più grande comunità cinese di tutti gli Stati Uniti. San Francisco è situata all’estremità nord dell’omonima penisola, costruita su 43 colline, la città conta meno di un milione di abitanti , ma se si conta l’area metropolitana costituita da nove contee, sale a oltre sei milioni. I primi ad abitare la baia di San Francisco furono la tribu dei Miwok, gli spagnoli riuscirono solo nel 1769 ad entrare nella baia; nel 1776 venne inaugurata la missione di San Francesco d’Assisi, che diede in seguito il nome alla città, e fu stabilito un presidio militare. Quando nel 1821 il Messico proclamò l’indipendenza dalla Spagna alcuni coloni ottennero le terre e si stanziarono nella zona di San Francisco, la svolta si avrà nel 1848 con la scoperta dell’oro che portò l’arrivo di migliaia di esploratori. 18 aprile 1906, una data che sognò profondamente la storia di questa città, un terremoto catastrofico distrusse quattro quinti della città. San Francisco si riprese completamente solo nel 1915 con l’Esposizione internazionale del Pacifico, quando furono ricostruiti numerosi edifici. Nel 1937 quando fu costruito il Golden Gate il ponte che collega la costa sud con quella nord ridiede impulso alle attività. Una visita di San Francisco include la famosa piazza centrale di Union Square, conosciuta come il luogo dello shopping, degli hotel più facoltosi e di teatri più prestigiosi; a poca distanza si trova Chinatown, il quartiere che ospita la più grande comunità cinese al di fuori della Cina. Fisherman’s Wharf è l’antico molo dei pescatori adesso ristrutturato, è molto animato anche di sera con ristoranti e negozi, il punto di maggiore interesse è il Pier 39 frequentato da una colonia di leoni marini e ovviamente di turisti. Uno dei tratti di strada più conosciuto di San Francisco è senza dubbio Lombard Street: suggestiva e caratteristica via con 8 tornanti ripidi e stretti circondati da numerose aiuole. La prigione più famigerata degli Stati Uniti si trova proprio qui nella baia di San Francisco, il penitenziario di massima sicurezza di Alcatraz ospitò tra i criminali più ricercati d’America. Il modo migliore per visitare la città è sicuramente a bordo dei famosi cable car che vi porteranno su e giù per le colline nel cuore della città.

16 Giugno: San Francisco – Santa Maria
Potrete viaggiare lungo la costa del Pacifico in direzione sud fino ad arrivare a Santa Maria. Lungo il tragitto consigliamo una sosta a Monterey, passeggiando per Cannery Row e i suoi eleganti negozi. Proseguire poi lungo la “17 Mile Drive” per ammirare spettacolari scorci del litorale e dell’Oceano Pacifico, passando per le città Big Sur e San Luis Obispo.

Santa Maria
Santa Maria si trova ai piedi delle colline di Santa Barbara, famosa zona vinicola “Santa Barbara County wine country”. Situato nel cuore della California Central Coast, qui potrete scoprire bellezze paesaggistiche, campi da golf, il teatro nazionale, bird watching, spiagge incontaminate,assaporare le fragole succulente, fare escursioni, partecipare sagre ed eventi, e percorrere il Foxen Canyon Wine Trail. E’ possibile fare passeggiate panoramiche fra la campagna panoramica e proseguire per le vicine spiagge, la posizione centrale, il clima mite e splendidi dintorni sono l’ideale per un soggiorno piacevole in qualsiasi giorno dell’anno. Cittadina ideale per fare shopping,esplorare la Central Coast Wine Country, trascorrere una giornata con la famiglia o assaporare il gusto della cucina. Tra i più importanti musei ricordiamo: Santa Maria Museum of flight, The natural History Museum e Santa Maria Valley Discovered Museum.

17 Giugno: Santa Maria – Los Angeles
Partendo da Santa Maria potrete dirigervi a Sud verso Los Angeles. Lungo il tragitto vi consigliamo di fare una sosta a Santa Barbara, cittadina turistica adagiata su una stretta lingua di terra tra le ripide montagne di Santa Ynes e l’oceano. La spiaggia di Santa Barbara é molto esclusiva ed offre un’ambiente rilassante dal clima Mediterraneo.

Los Angeles
Los Angeles è la più grande e popolosa città degli Stati Uniti, si estende dal Pacifico alle montagne di San Gabriel e di Santa Monica. La città venne fondata nel 1781 dal governatore della California, Elipe De Nieve, e venne battezzata con il lunghissimo nome di: nome di: El Pueblo de la Iglesia de Nuestra Señora la Reina de Los Angeles de Porciúncola, nome che con il tempo è andato sempre più accorciandosi, fino a diventare l’attuale ‘L.A’. L’espansione e lo sviluppo economico della città iniziò con la scoperta dell’oro in California, e il collegamento con la ferrovia; ma per la vera crescita bisognerà attendere la scoperta dei giacimenti di petrolio nel 1892 che diede un nuovo impulso all’economia. A partire dagli anni ’20 del secolo scorso, lo sviluppo di Los Angeles ricevette un’ulteriore impulso dalla nascita di due nuove industrie: il cinema e l’aviazione. La sua vastità ha portato alla convivenza di un’incredibile varietà di razze, culture, lingue, religioni, cucine, paesaggi… un vero “melting pot”. Il fascino di questa città è in gran parte legato alle leggende e alla storia del cinema e del mondo dello spettacolo, ecco perchè il distretto più famoso della città è Hollywood, e la famosissima scritta posta sulla collina è diventata un’icona e rientra nell’immaginario comune. Hollywood Boulevard è la via principale ed ospita la Walk of Fame, un lungo marciapiede con incastonate oltre 2000 stelle che recano i nomi di celebrità onorate per il loro contributo allo star system e all’industria dello spettacolo. Per gli amanti dello shopping è d’obbligo una tappa nella rinomata Rodeo Drive, la strada più famosa di Beverly Hills, considerata il tempio dello shopping di lusso e residenza di molti personaggi famosi.

20 Giugno: Los Angeles – Kingman

Kingman
La città di Kingman è situata nel cuore della vecchia e celebre Route 66. Tra le opportunità d’intrattenimento che offre la città troviamo campi da golf, parchi e sentieri per passeggiate. Lo Hualapai Cerbat e le Black Mountains che circondano Kingman offrono numerose possibilità di ricreazione. Mohave County vanta 1.000 miglia di coste sul fiume Colorado che includono Lake Mead, Lake Havasu e Lake Mohave. In queste aree si può pescare, navigare, nuotare e praticare altri sport d’acqua. Vicino a Kingman ci sono alcune città fantasma e vecchie miniere come Oatman e Chloride, luoghi interessanti da visitare e che aiutano a conservare il patrimonio storico dell’area.

21 Giugno: Kingman – Grand Canyon
Partirete da Kingman in direzione del Grand Canyon National Park. Il tratto di strada fino a Seligman è il più lungo rimasto dell’originale Route 66.

Grand Canyon
Il Parco nazionale del Grand Canyon è un parco nazionale statunitense, si trova nello stato dell’Arizona. È stato istituito il 26 febbraio 1919. All’interno del parco si trova il Grand Canyon, una gola del Fiume Colorado, considerata una delle meraviglie naturali del mondo. Il parco si estende per 4927 km² (1,902 mi²). Il Grand Canyon si è formato per l’erosione esercitata dal fiume Colorado nel corso di milioni di anni, è una tappa d’obbligo per chi vuole ammirare le bellezze dell’Ovest: una gola lunga più di 350 Km e profonda fino a 2000 m. e vi scorre il fiume Colorado per circa 450 Km dei suoi 2300 Km di percorso, formando una settantina di cascate. Si possono visitare entrambi i versanti, North Rim e South Rim, sebbene il primo sia chiuso d’inverno per via della neve. Distano una media di 15 Km in linea d’aria ma ben 320 in automobile. Il versante sud è il più attrezzato e famoso, offre ai visitatori panorami straordinari. La maggior parte dei visitatori del parco arriva al South Rim, lungo la strada statale 64 dell’Arizona. La strada entra nel parco attraverso l’ingresso sud, vicino a Tusayan, in Arizona, poi piega verso est, lasciando il parco attraverso l’ingresso est. La direzione del parco è al Grand Canyon Village, che si trova a poca distanza dall’ingresso sud ed è anche al centro dei punti panoramici più popolari. Circa cinquanta chilometri del South Rim sono accessibili con una strada. Una località turistica molto più piccola si trova sul North Rim, al quale si accede attraverso la strada statale 67 dell’Arizona. Non c’è collegamento stradale diretto tra South Rim e North Rim – se si eccettua il Navajo Bridge – e sono quindi necessarie cinque ore di viaggio in auto. Il resto del Grand Canyon è estremamente selvaggio e remoto, sebbene molti luoghi siano accessibili tramite sentieri e mulattiere. Localmente si può organizzare la visita al Grand Canyon in aereo, a cavallo o con imbarcazioni di ogni tipo che risalgono il fiume in un viaggio a volte molto avventuroso. 

22 Giugno: Grand Canyon – Monument Valley
Partendo dal Grand Canyon potrete dirigervi verso la Monument Valley. Percorrerete il South Rim, in direzione della città di Cameron, per inoltrarvi nel Painted Desert e nella Monument Valley, terra degli indiani Navajo. Qui troverete il “Far West” che tutti si aspettano con i suoi monoliti dalle forme più strane che possono arrivare fino a 600 metri di altezza.

Monument Valley
La Monument Valley, o Tse’ Bii’ Ndzisgaii, come lo chiamano gli indigeni Navajo, è il simbolo per eccellenza dell’ American West. La valle in cui si trova non è una “valle” nel senso convenzionale del termine, ma piuttosto un piano infinito interrotto solo da formazioni rocciose che si ergono dal suolo per scagliarsi contro l’orizzonte. Il paesaggio è tra i più particolari, belli e sicuramente famosi, scelto da Hollywood come sfondo per molti film western e pubblicità televisive. Il paesaggio del Monument Valley vi sembrerà molto familiare, ma all’ arrivo sarà subito evidente l’intensità maggiore dei colori naturali. L’intero parco è controllato e amministrato dai Navajo, la più grande tribù Indiana Americana negli Stati Uniti, in quanto situato all’interno di una delle loro riserve.

23 Giugno: Monument Valley – Page
Dalla Monument Valley, area naturale di straordinaria bellezza immortalata in diverse pellicole western, potrete proseguire verso Lake Powell, lago artificiale formato dalla diga di Glen Canyon e lungo circa 300 km.

Page
Il Lake Powell è uno dei più grandi laghi artificiali degli Stati Uniti. In realtà, dove oggi si possono ammirare le acque del lago, un tempo si potevano contemplare gli scenari tipici dei canyon scavati nell’altopiano del Colorado.
Solo nel 1957, a seguito della costruzione della diga di Glen Canyon, le acque invasero le strettissime gole del canyon creando l’attuale Lago Powell. Per visitare la zona, l’ideale è soggiornare nella cittadina di Page.
Questa località è situata in una posizione spettacolare, sull’altopiano del Colorado, vicinissima al Lake Powell, che domina dall’alto. A Page non perdetevi lo spettacolo di danza Navajo, gratuito che si tiene davanti alla City Hall. Da non perdere anche una gita in barca. E’ bellissimo scoprire come ogni gola, fiordo, ansa del lago è diversa dall’altra, scoprire i colori delle rocce e le conformazioni naturali veramente spettacolari.

24 Giugno: Page – Bryce Canyon
Partirete da Page, una piccola località posizionata vicino al lago artificiale formato dalla diga di Glen Canyon. Proseguirete fino a raggiungere Bryce Canyon National Park.

Bryce Canyon
Il Parco Nazionale del Bryce Canyon, prende il suo nome da Ebenezer Bryce, un immigrato scozzese che si trasferì nella valle nel 1875, si trova a una quota compresa tra i 2000 e i 2800 metri di altezza circa. Il parco si è formato dall’erosione di diversi agenti atmosferici (acqua, ghiaccio e sbalzi climatici) durante il corso dei secoli sulla sua particolare roccia calcarea e arenaria, modellandola in migliaia di guglie, pinnacoli e labirinti, che vengono chiamati “Hoodoos” e che rendono unico questo parco nazionale. Queste conformazioni eccentriche e stravaganti con forme e colori diversi, formano una specie di grande anfiteatro. I giochi di luce durante il giorno non solo ne cambiano il colore ma sembrano anche mutarne le forme. Il clima di Bryce Canyon è una singolare combinazione tra ambiente desertico e montano. Le temperature possono alterare molto rapidamente e anche all’ improvviso. Gli inverni sono tipicamente lunghi e freddi, con una media di 240cm di neve. L’estate è temperata e ideale per fare trekking o per il campeggio.

25 Giugno Bryce Canyon – Las Vegas
Lungo la strada per Las Vegas potrete fare una tappa allo Zion National Park. Una volta giunti a Las Vegas, la capitale dell’intrattenimento, sarà possibile per voi sfidare la sorte in uno dei tanti casinò, oppure semplicemente assistere ad uno dei numerosi show proposti.

Las Vegas
Las Vegas è nota a tutti per la sua insuperabile offerta di divertimenti. Ovunque si guardi, dalle colossali strutture di accoglienza alla famosa Las Vegas Strip e le abbaglianti luci che illuminano la Fremont Street Experience, si trova un’incredibile varietà di cose da vedere e da fare. Celebrità in primo piano e favolosi spettacoli di varietà, la maggior parte delle sale offre due spettacoli a sera. È ammesso abbigliamento sportivo, anche se è consigliabile vestire in modo più formale per gli spettacoli serali e quelli con cena al tavolo. Anche se Las Vegas offre svariate possibilità di divertimento, i giochi più praticati restano sempre quelli del casinò. Chi ama il poker si trova a dover scegliere tra diversi locali come per esempio il Draw, Cinque Carte Stud, Lowball, Pai Gow e Texas Hold `Em, mentre per i tifosi sportivi sono disponibili delle sale da corsa e di scommesse sportive, dove è possibile puntare sulle squadre preferite sorseggiando bevande offerte gratuitamente.

27 Giugno: Las Vegas – Francoforte

28 Giugno: Francoforte – Firenze


Prenota la tua quota regalo per la lista nozze di Andrea e Elena: potrai successivamente confermare la prenotazione con un bonifico bancario o recandoti direttamente in agenzia

    Lista nozze: ANDREA GAZZARRI e ELENA ROSSETTI