Il viaggio di nozze di Giovanni Lo Chiatto e Amalia Ascione

24 Giugno: Pisa – Monaco – San Francisco

SAN FRANCISCO: è una delle mete di viaggio più importanti del mondo oltre 16 milioni di turisti visitano annualmente la città del Golden Gate. È conosciuta per la sua fresca nebbia estiva, per le sue ripide colline, per la sua vivacità culturale e il suo eclettismo architettonico, che affianca stile vittoriano e architettura moderna, per i suoi famosi paesaggi, incluso il Golden Gate Bridge e soprattutto per Chinatown, che ospita la più grande comunità cinese di tutti gli Stati Uniti. Una visita di San Francisco include la famosa piazza centrale di Union Square, conosciuta come il luogo dello shopping, degli hotel più facoltosi e di teatri più prestigiosi; a poca distanza si trova Chinatown, il quartiere che ospita la più grande comunità cinese al di fuori della Cina. Fisherman’s Wharf è l’antico molo dei pescatori adesso ristrutturato, è molto animato anche di sera con ristoranti e negozi, il punto di maggiore interesse è il Pier 39 frequentato da una colonia di leoni marini e ovviamente di turisti. Uno dei tratti di strada più conosciuto di San Francisco è senza dubbio Lombard Street: suggestiva e caratteristica via con 8 tornanti ripidi e stretti circondati da numerose aiuole. La prigione più famigerata degli Stati Uniti si trova proprio qui nella baia di San Francisco, il penitenziario di massima sicurezza di Alcatraz ospitò tra i criminali più ricercati d’America. Il modo migliore per visitare la città è sicuramente a bordo dei famosi cable car che vi porteranno su e giù per le colline nel cuore della città.

27 Giugno: San Francisco – Las Vegas
Trasferimento in aeroporto in tempo utile per l’imbarco sul volo verso Las Vegas. All’arrivo, ritiro dell’auto a noleggio e trasferimento in hotel.

LAS VEGAS: Las Vegas è nota a tutti per la sua insuperabile offerta di divertimenti. Le abbaglianti luci che illuminano la Fremont Street Experience (un viale pedonale riparato da una tenda ad arco), insieme al gruppo di casinò di “downtown”, occupa i 4 isolati più illuminati del mondo. Un punto focale è il Jackie Gaughan’s Plaza Hotel and Casino, costruito nell’area della vecchia stazione ferroviaria della Union Pacific. Appena fuori da “downtown” verso nord, si trova il Lied Discovery Children’s Museum il quale offre mostre scientifiche interattive. Dirigendosi da “downtown” verso sud si incontra per prima la Stratosphere Tower, che è la costruzione più alta a ovest del Mississippi e segna l’inizio del luogo più importante della città, la famosa Strip che è un tratto di circa 7 chilometri Las Vegas Boulevard South con i suoi scintillanti hotel e casinò.

29 Giugno: Las Vegas – Bryce Canyon
Viaggiando da Las Vegas in direzione Est potrete fare una tappa allo Zion National Park. L’azione erosiva dell’acqua ha modellato il paesaggio formando le fantastiche pareti verticali di questo parco nazionale. Una volta giunti a Bryce Canyon potrete ammirare i colori e le forme delle sue particolari rocce variopinte. Poco dopo il Visitor Center un sentiero vi porterà ai vari punti panoramici del parco: Sunrise, Sunset, Inspiration e Bryce Point.

BRYCE CANYON NATIONAL PARK: prende il suo nome da Ebenezer Bryce, un immigrato scozzese che si trasferì nella valle nel 1875, si trova a una quota compresa tra i 2000 e i 2800 metri di altezza circa. Il parco si è formato dall’erosione di diversi agenti atmosferici (acqua, ghiaccio e sbalzi climatici) durante il corso dei secoli sulla sua particolare roccia calcarea e arenaria, modellandola in migliaia di guglie, pinnacoli e labirinti, che vengono chiamati “Hoodoos” e che rendono unico questo parco nazionale. Queste conformazioni eccentriche e stravaganti con forme e colori diversi, formano una specie di grande anfiteatro. I giochi di luce durante il giorno non solo ne cambiano il colore ma sembrano anche mutarne le forme. Il clima di Bryce Canyon è una singolare combinazione tra ambiente desertico e montano.

30 Giugno: Bryce Canyon – Monument Valley
Lungo il tragitto che vi condurrà alla Monument Valley, zona protetta dal 1960, potrete passare per Lake Powell, uno dei laghi artificiali più grandi al mondo con i suoi 300 km di lunghezza e 3000 km di rive. Formato dalla costruzione della diga Glen per regolare il corso del fiume Colorado, attualmente fornisce elettricità a 7 stati dell’ovest.

MONUMENT VALLEY: La Monument Valley, o Tse’ Bii’ Ndzisgaii, come lo chiamano gli indigeni Navajo, è il simbolo per eccellenza dell’ American West. La valle in cui si trova non è una “valle” nel senso convenzionale del termine, ma piuttosto un piano infinito interrotto solo da formazioni rocciose che si ergono dal suolo per scagliarsi contro l’orizzonte. Il paesaggio è tra i più particolari, belli e sicuramente famosi, scelto da Hollywood come sfondo per molti film western e pubblicità televisive, vi sembrerà molto familiare ma sarà subito evidente l’intensità dei colori naturali. L’intero parco è controllato e amministrato dai Navajo, la più grande tribù Indiana Americana negli Stati Uniti, in quanto situato all’interno di una delle loro riserve. È severamente vietato fotografare i Navajo residenti nell’ area senza il loro permesso. Ma non scoraggiatevi; troverete spesso qualche Navajo nelle varie viste panoramiche che si poserà per una somma modesta.

1 Luglio: Monument Valley – Grand Canyon
Dalla Monument Valley, potrete partire alla volta del Grand Canyon, una delle sette meraviglie naturali del mondo. Il parco fu istituito il 26 febbraio 1919 e si estende per 4927 km². Il Grand Canyon si è formato per l’erosione esercitata dal fiume Colorado nel corso di milioni di anni, è una tappa d’obbligo per chi vuole ammirare le bellezze dell’Ovest: una gola lunga più di 350 Km e profonda fino a 2000 m dove scorre il fiume Colorado per circa 450 Km dei suoi 2300 Km di percorso, formando una settantina di cascate.

2 Luglio: Grand Canyon – Lake Havasu City
Dal Grand Canyon potrete partire alla volta di Lake Havasu, curiosa località in cui viene conservato il London Bridge, trasportato dall’Inghilterra e ricostruito in questa città degli States. Lungo il tragitto potrete fare tappa a Kingman e visitare il “Route 66 Museum”.

LAKE HAVASU CITY: Lake Havasu attira moltissimi turisti durante l’anno, grazie alla sua varietà di strutture alberghiere e possibilità di effettuare piacevoli tour. Si trova a circa 45 miglia di distanza dal fiume Colorado a ovest del confine con l’Arizona. Questa città ospita il famoso London Bridge e sotto di esso si trova un caratteristico villaggio inglese con ristoranti e negozi.

3 Luglio: Lake Havasu City – Los Angeles
Partirete da Lake Havasu, curiosa località in cui viene conservato il London Bridge, trasportato dall’Inghilterra e ricostruito in questa città degli States, proseguirete poi per il Joshua Tree National Park e per Palm Springs. Attraversando infine le aree desertiche della California meridionale arriverete a Los Angeles.

LOS ANGELES è la più grande e popolosa città degli Stati Uniti, si estende dal Pacifico alle montagne di San Gabriel e di Santa Monica. La città venne fondata nel 1781 dal governatore della California, Elipe De Nieve e venne battezzata con il lunghissimo nome di El Pueblo de la Iglesia de Nuestra Señora la Reina de Los Angeles de Porciúncola, nome che con il tempo è andato sempre più accorciandosi, fino a diventare l’attuale “L.A”. La sua vastità ha portato alla convivenza di un’incredibile varietà di razze, culture, lingue, religioni, cucine, paesaggi, un vero “melting pot”. Il fascino di questa città è in gran parte legato alle leggende e alla storia del cinema e del mondo dello spettacolo, ecco perché il distretto più famoso della città è Hollywood, e la famosissima scritta posta sulla collina è diventata un’icona dell’immaginario comune. Hollywood Boulevard è la via principale ed ospita la Walk of Fame, un lungo marciapiede con incastonate oltre 2000 stelle che recano i nomi di celebrità onorate per il loro contributo allo star system e all’industria dello spettacolo. Per gli amanti dello shopping è d’obbligo una tappa nella rinomata Rodeo Drive, la strada più famosa di Beverly Hills, considerata il tempio dello shopping di lusso e residenza di molti personaggi famosi. Il centro finanziario e commerciale è il Downtown dove troviamo Olvera street, dove nacquero i primi insediamenti in città, e dove si trovano ancora case costruite all’inizio del XIX sec. Per godersi bellissime spiagge di sabbia bianca da non perdere è la visita di Santa Monica e del suo Pier reso celebre da centinai di film, nonché della famosa Malibu, caratterizzata da insenature e scogli e un lungomare animato durante la notte. In una visita a Los Angeles non può mancare l’escursione agli Unversal Studios, set di molti film famosi e a Disneyland: parco divertimenti più famoso del mondo, creato dalla fantasia di Walt Disney inaugurato nel 1955.

5 Luglio: Los Angeles – Washingtons DC
Trasferimento in auto in aeroporto in tempo utile per il rilascio dell’auto in aeroporto e l’imbarco sul volo verso Washington. Pernottamento a bordo dell’aeromobile.

WASHINGTON the District of Columbia è la capitale degli Stati Uniti d’America fu fondata nel 1791 e fu la prima città del mondo ad essere progettata come capitale nazionale. La città nacque per soddisfare l’esigenza di un centro amministrativo del paese che fosse gradito sia agli stati del nord che a quelli del sud, ha ospitato nel corso della sua storia tutti i presidenti degli Stati Uniti, tranne George Washington, e la sua scelta come capitale col tempo si è rivelata azzeccata, infatti oggi Washington è una splendida realtà moderna e funzionale amata da tutti gli americani. È una città di splendori architettonici e indimenticabili monumenti, dove l’immagine imponente del Washington Monument è sempre in vista e dove le emozionanti memorie di una giovane repubblica democratica non possono essere ignorate. Al 1600 Pennsylvania Ave. si trova la White House, sede ufficiale e dimora di tutti i presidenti degli USA. Le zone di maggiore interesse sono Georgetown (la città antica), quella del Campidoglio, Arlington e la zona dei musei che si trova lungo il Mall. I musei, i teatri, la musica, i parchi, i giardini fanno di Washington una vetrina americana, con le braccia aperte al mondo.

7 Luglio: Washington DC – Philadelphia
Trasferimento in treno per Philadelphia.

PHILADELPHIA: Fondata ne 1682 dall’inglese William Penn, dopo solo un secolo divenne il centro della nazione e non a caso fu la sede del primo governo. La città “dell’amore fraterno”, così è chiamata, si trova nello Stato della Pennsylvania ed é la seconda città per estensione sulla costa atlantica degli USA; è una città dinamica, ricca di attrattive tipiche di una grande metropoli, pur mantenendo comunque il fascino di una piccola città. Il tradizionale centro nasce all’incrocio tra Broad Street e Market Street, sede del municipio. Market Street taglia in due la città (Nord e Sud). Basta il nome Philadelphia per richiamare alla mente la Dichiarazione d’Indipendenza, la Costituzione degli Stati Uniti, l’Independence Hall, la Campana della Libertà e Benjamin Franklin.

8 Luglio: Philadelphia – New York
Trasferimento in treno per New York.

NEW YORK: “The city that never sleeps…” è il ritornello di una celebre canzone che più si adatta a questa città che appunto sembra non “dormire mai”, caratterizzata da musei unici al mondo, parchi sconfinati, centri commerciali, locali di ogni stile e gusto, senza contare che la sua indole creativa non teme rivali. È la città per eccellenza, dove nascono nuove idee, nuove tendenze, nuove mode che da qui si propagano nel resto del mondo. New York è soprannominata la “Grande Mela”, per la globale inconfondibile bellezza, è una delle mete turistiche più visitate, sognate, desiderate ed immaginate di tutto il mondo. Una visita di Manhattan può iniziare da quella che è conosciuta come la via dello shopping e dei negozi più alla moda, la 5th Avenue e proseguire con la piazza più animata di New York: Times Square, il suo nome deriva dal quotidiano “New York Times” che nel 1904 aveva i suoi uffici proprio qui; questa è la zona dei maestosi grattacieli, del Rockfeller Center, il simbolo del potere di New York. La visita può continuare in quella che viene definita Downtown: Ground Zero, Wall Street e Battery Park, il punto migliore da cui si può osservare la città e da cui partono ogni quindici minuti i battelli per andare a visitare l’emblema della città: la Statua della Libertà; un modo migliore per effettuare spettacolari foto di questa icona è sicuramente prendendo il traghetto che conduce a Staten Island. Da qui è consigliata una passeggiata verso nord lungo Water street fino a South street seaport (pier 17), da dove potrete ammirare il fantastico ponte di Brooklyn. Nella vostra visita non può mancare una salita sul Top of the Rock per godere di una vista panoramica su tutta New York e su un’altra icona della città: l’Empire State Building.

14 Luglio: New York – Monaco

15 Luglio: Monaco – Pisa