Il viaggio di nozze di Willy Mancini e Giulia Zanaboni

3 Giugno: Firenze – Parigi – San Francisco

San Francisco
San Francisco è una delle mete di viaggio più importanti del mondo oltre 16 milioni di turisti visitano annualmente la città del Golden Gate. E’conosciuta per la sua fresca nebbia estiva, per le sue ripide colline, per la sua vivacità culturale e il suo eclettismo architettonico, che affianca stile vittoriano e architettura moderna, per i suoi famosi paesaggi, incluso il Golden Gate Bridge, e soprattutto per Chinatown, che ospita la più grande comunità cinese di tutti gli Stati Uniti. San Francisco è situata all’estremità nord dell’omonima penisola, costruita su 43 colline, la città conta meno di un milione di abitanti , ma se si conta l’area metropolitana costituita da nove contee, sale a oltre sei milioni. Una visita di San Francisco include la famosa piazza centrale di Union Square, conosciuta come il luogo dello shopping, degli hotel più facoltosi e di teatri più prestigiosi; a poca distanza si trova Chinatown, il quartiere che ospita la più grande comunità cinese al di fuori della Cina. Fisherman’s Wharf è l’antico molo dei pescatori adesso ristrutturato, è molto animato anche di sera con ristoranti e negozi, il punto di maggiore interesse è il Pier 39  frequentato da una colonia  di leoni marini e ovviamente di turisti. Uno dei tratti di strada più conosciuto di San Francisco è senza dubbio Lombard Street: suggestiva e caratteristica via con 8 tornanti ripidi e stretti circondati da numerose aiuole. La prigione più famigerata degli Stati Uniti si trova proprio qui nella baia di SanFrancisco, il penitenziario di  massima sicurezza di Alcatraz ospitò tra i criminali più ricercati d’America. Il modo migliore per visitare la città è sicuramente a bordo dei famosi cable car che vi porteranno su e giù per le colline nel cuore della città.

5 Giugno: San Francisco – Morro Bay 
Da San Francisco a Morro Bay la costa californiana si snoda in una serie interminabile di piccole baie, rocce a picco sul mare, cittadine turistiche, campi da golf. Il tratto di costa più spettacolare è il Big Sur, un tempo luogo preferito dalla Beat Generation.

6 Giugno: Morro Bay – Los Angeles 
Dall’incantevole baia di Morro Bay potrete partire alla volta di Los Angeles. Lungo il tragitto attraverserete una lunga serie di piccoli paesi tranquilli e lontani dal caos di Los Angeles come San Luis Obispo, Pismo Beach e Arroyo Grande. Prima di giungere a destinazione consigliamo di fare tappa a Santa Barbara, cittadina turistica adagiata su una stretta lingua di terra tra le ripide montagne di Santa Ynes e l’oceano. La spiaggia di Santa Barbara è molto esclusiva ed offre un’ambiente rilassante dal clima Mediterraneo.

Los Angeles 
Los Angeles è la più grande e popolosa città degli Stati Uniti, si estende dal Pacifico alle montagne di San Gabriel e di Santa Monica. La città venne fondata nel 1781 dal governatore della California, Elipe De Nieve, e venne battezzata con il lunghissimo nome di: nome di:  El Pueblo de la Iglesia de Nuestra Señora la Reina de Los Angeles de Porciúncola, nome che con il tempo è andato sempre più accorciandosi, fino a diventare l’attuale ‘L.A’. La sua vastità ha portato alla convivenza di un’incredibile varietà di razze, culture, lingue, religioni, cucine, paesaggi…  un vero “melting pot”. Il fascino di questa città è in gran parte legato alle leggende e alla storia del cinema e del mondo dello spettacolo, ecco perché il distretto più famoso della città è Hollywood, e la famosissima scritta posta sulla collina è diventata un’icona e rientra nell’immaginario comune. Hollywood Boulevard è la via principale ed ospita la Walk of Fame, un lungo marciapiede con incastonate  oltre 2000 stelle che recano i nomi di celebrità onorate per il loro contributo allo star system e all’industria  dello spettacolo. Per gli amanti dello shopping è d’obbligo una tappa nella rinomata Rodeo Drive, la strada più famosa di Beverly Hills, considerata il tempio dello shopping di lusso e residenza di molti personaggi famosi. Il centro finanziario e commerciale è il Downtown dove troviamo Olvera street, dove nacquero i primi insediamenti in città, e dove si trovano ancora case costruite all’inizio del XIX sec. Per godersi bellissime spiagge di sabbia bianca da non perdere è la visita di Santa Monica e del suo Pier reso celebre da  centinai di film, nonché della famosa Malibu, caratterizzata da insenature e scogli e un lungomare animato durante la notte. In una visita a Los Angeles non può mancare l’escursione agli Unversal Studios, dove sono stati girati molti film famosi e a Disneyland: parco dei divertimenti più famoso del mondo, creato dalla fantasia di Walt Disney inaugurato nel 1955.

8 Giugno: Los Angeles – Laughlin
Da Los Angeles potrete partire alla volta di Laughlin. Lungo il tragitto potrete fare una sosta al Factory Outlet di Barstow, famoso centro commerciale dove é possibile trovare tutte le migliori marche. Proseguirete attraversando il Mojave Desert fino a raggiungere la vostra meta.

Laughlin
E’ situata sul confine tra l’Arizona e la California, vicino al fiume Colorado e al deserto circostante del Mojave. Caratterizzata dalla presenza di numerosi casinò, offre un assaggio della vicina Las Vegas senza il suo sfarzo, il traffico o il costo della vita eccessivo. Ma oltre al gioco d’azzardo c’è molto altro da fare: gite in barca, balneazione, pesca sportiva, sci d’acqua e altri sport da praticare sul fiume Colorado oppure presso lo splendido lago Mohave. 

9 Giugno: Laughlin – Grand Canyon
Da Laughlin potrete partire in direzione Est attraversando la piccola città di Kingman situata sulla storica Route 66.

Grand Canyon
Il Parco nazionale del Grand Canyon è un parco nazionale statunitense, si trova nello stato dell’Arizona. È stato istituito il 26 febbraio 1919. All’interno del parco si trova il Grand Canyon, una gola del Fiume Colorado, considerata una delle meraviglie naturali del mondo. Il parco si estende per 4927 km² (1,902 mi²). Il Grand Canyon si è formato per l’erosione esercitata dal fiume Colorado nel corso di milioni di anni, è una tappa d’obbligo per chi vuole ammirare le bellezze dell’Ovest: una gola lunga più di 350 Km e profonda fino a 2000 m. e vi scorre il fiume Colorado per circa 450 Km dei suoi 2300 Km di percorso, formando una settantina di cascate. Si possono visitare entrambi i versanti, North Rim e South Rim, sebbene il primo sia chiuso d’inverno per via della neve. Distano una media di 15 Km in linea d’aria ma ben 320 in automobile. Il versante sud è il più attrezzato e famoso, offre ai visitatori panorami straordinari. La maggior parte dei visitatori del parco arriva al South Rim, lungo la strada statale 64 dell’Arizona. La strada entra nel parco attraverso l’ingresso sud, vicino a Tusayan, in Arizona, poi piega verso est, lasciando il parco attraverso l’ingresso est. La direzione del parco è al Grand Canyon Village, che si trova a poca distanza dall’ingresso sud ed è anche al centro dei punti panoramici più popolari. Localmente si può organizzare la visita al Grand Canyon in aereo, a cavallo o con imbarcazioni di ogni tipo che risalgono il fiume in un viaggio a volte molto avventuroso. L’area attorno al Grand Canyon divenne un monumento nazionale l’ 11 gennaio 1908 e venne dichiarata parco nazionale il 26 febbraio 1919. Il Grand Canyon – che in realtà è un esteso sistema di canyon collegati – non è il più grande, né il più profondo canyon del mondo, ma è considerato prezioso per la combinazione di grandezza, profondità ed esposizione delle stratificazioni colorate di rocce che risalgono al periodo Precambriano. Venne creato principalmente dal sollevamento tettonico dell’Altopiano del Colorado, e dall’erosione da parte del fiume Colorado e dei suoi affluenti. È noto anche come uno degli altipiani americani. 

10 Giugno: Grand Canyon – Monument Valley
Partendo dal Grand Canyon potrete dirigervi verso la Monument Valley. Percorrerete il South Rim, in direzione della città di Cameron, per inoltrarvi nel Painted Desert e nella Monument Valley, terra degli indiani Navajo. Qui troverete il “Far West” che tutti si aspettano con i suoi monoliti dalle forme più strane che possono arrivare fino a 600 metri di altezza.

Monument Valley
La Monument Valley, o Tse’ Bii’ Ndzisgaii, come lo chiamano gli indigeni Navajo, è il simbolo per eccellenza dell’ American West. La valle in cui si trova non è una “valle” nel senso convenzionale del termine, ma piuttosto un piano infinito interrotto solo da formazioni rocciose che si ergono dal suolo per scagliarsi contro l’orizzonte. Il paesaggio è tra i più particolari, belli e sicuramente famosi, scelto da Hollywood come sfondo per molti film western e pubblicità televisive. L’intero parco è controllato e amministrato dai Navajo, la più grande tribù Indiana Americana negli Stati Uniti, in quanto situato all’interno di una delle loro riserve. Monument Valley si trova lungo il confine di Utah/Arizona, verso la parte sudest del Utah, a est dell’ autostrada 163. Al entrata, l’unica strada centrale all’ interno del parco vi porterà direttamente al centro di accoglienza per i visitatori, un tragitto lungo 4 miglia. Davanti al centro di accoglienza, dove osserverete un panorama eccezionale della valle, troverete una boutique, botteghe di artigianato Navajo e varie concessioni che organizzano giri turistici nel parco. Un circuito panoramico di 17 miglia vi porterà direttamente all’interno dei monumenti. 

11 Giugno: Monument Valley – Bryce Canyon
Dalla Monument Valley, zona protetta dal 1960, potrete partire alla volta di Bryce Canyon. Prima di raggiungere la meta potrete fare una tappa a Lake Powell, uno dei laghi artificiali più grandi al mondo con i suoi 300 km di lunghezza e 3000km di rive. Arriverete a Bryce Canyon, splendido gioiello fra i parchi nazionali americani. 

Bryce Canyon
Il Parco Nazionale del Bryce Canyon, prende il suo nome da Ebenezer Bryce, un immigrato scozzese che si trasferì nella valle nel 1875, si trova a una quota compresa tra i 2000 e i 2800 metri di altezza circa. Il parco si è formato dall’erosione di diversi agenti atmosferici (acqua, ghiaccio e sbalzi climatici) durante il corso dei secoli sulla sua particolare roccia calcarea e arenaria, modellandola in migliaia di guglie, pinnacoli e labirinti, che vengono chiamati “Hoodoos” e che rendono unico questo parco nazionale. Queste conformazioni eccentriche e stravaganti con forme e colori diversi, formano una specie di grande anfiteatro. I giochi di luce durante il giorno non solo ne cambiano il colore ma sembrano anche mutarne le forme. Il clima di Bryce Canyon è una singolare combinazione tra ambiente desertico e montano. Se volete vedere tutti i 13 luoghi di particolare interesse, avrete bisogno di un minimo di 3 ore. Oltre alla strada panoramica ci sono vari percorsi da effettuare a piedi, programmi organizzati dai ranger, percorsi a cavallo da 2 a 4 ore, oltre a numerose aree di campeggio e picnic. Se siete interessati a fare trekking, Bryce vi offre numerosi percorsi sia all’interno che sul bordo del canyon. Il trekking sarà un’esperienza unica per chi vuole avvicinarsi alle magnifiche forme rocciose. Vi sentirete davvero su un’altro pianeta! Per esplorare il cuore del Parco, consigliamo il Navajo Loop Trail e il Queen’s Garden Trail poco impegnativi, ma particolarmente belli. Il percorso più facile si trova tra i punti di Sunset e Sunrise sul Rim Trail. Questo sentiero è lungo 4 miglia (andata e ritorno), e si distingue dagli altri sentieri del Rim Trail piu ripidi e difficoltosi.

12 Giugno: Bryce Canyon – Las Vegas
Lungo la strada per Las Vegas potrete fare una tappa allo Zion National Park. Una volta giunti a Las Vegas, la capitale dell’intrattenimento, sarà possibile per voi sfidare la sorte in uno dei tanti casinò, oppure semplicemente assistere ad uno dei numerosi show proposti.

Las Vegas
Las Vegas è nota a tutti per la sua insuperabile offerta di divertimenti. Ovunque si guardi, dalle colossali strutture di accoglienza alla famosa Las Vegas Strip e le abbaglianti luci che illuminano la Fremont Street Experience, si trova un’incredibile varietà di cose da vedere e da fare. Celebrità in primo piano e favolosi spettacoli di varietà, la maggior parte delle sale offre due spettacoli a sera. È ammesso abbigliamento sportivo, anche se è consigliabile vestire in modo più formale per gli spettacoli serali e quelli con cena al tavolo. Anche se Las Vegas offre svariate possibilità di divertimento, i giochi più praticati restano sempre quelli del casinò. Chi ama il poker si trova a dover scegliere tra diversi locali come per esempio il Draw, Cinque Carte Stud, Lowball, Pai Gow e Texas Hold `Em, mentre per i tifosi sportivi sono disponibili delle sale da corsa e di scommesse sportive, dove è possibile puntare sulle squadre preferite sorseggiando bevande offerte gratuitamente. Il gruppo di casinò di “downtown” occupa i 4 isolati più illuminati del mondo, grazie alla Fremont Street Experience, un viale pedonale riparato da una tenda ad arco. Un punto focale è il Jackie Gaughan’s Plaza Hotel and Casino, costruito nell’area della vecchia stazione ferroviaria della Union Pacific. Appena fuori da “downtown” verso nord, si trova il Lied Discovery Children’s Museum il quale offre mostre scientifiche interattive. Dirigendosi da “downtown” verso sud si incontra per prima la Stratosphere Tower, che è la costruzione più alta a ovest del Mississippi e segna l’inizio del luogo più importante della città, la famosa Strip che è un tratto di circa 7 chilometri Las Vegas Boulevard South con i suoi scintillanti hotels e casinò.

14 Giugno: Las Vegas – New York  

New York
“The city that never sleeps…” è il ritornello di una celebre canzone che più si adatta a questa città che appunto sembra non “dormire mai” , caratterizzata da musei unici al mondo, parchi sconfinati, centri commerciali, locali di ogni stile e gusto, senza contare che la sua indole creativa non teme rivali. E’ la città per eccellenza, dove nascono nuove idee, nuove tendenze, nuove mode che da qui si propagano nel resto del mondo. New York è soprannominata la “Grande Mela”, perla globale inconfondibile bellezza, è una delle mete turistiche più visitate, sognate, desiderate ed immaginate di tutto il mondo. Il territorio NewYorkese sorge su un’area di 1214 km² alla foce del fiume Hudson, si estende in parte sulla terraferma e in parte su isole (Manhattan, Staten Island e Long Island) nella così detta Baia di New York (New York Bay). Manhattan è il quartiere dei grattacieli, quello che si associa nell’immaginario comune a New York, il centro culturale, amministrativo e degli affari. Una visita di Manhattan può iniziare da quella che è conosciuta come la via dello shopping e dei negozi più alla moda, la 5th Avenue e proseguire con la piazza più animata di New York: Times Square, il suo nome deriva dal quotidiano “New York Times” che nel 1904 aveva i suoi uffici proprio qui; questa è la zona dei maestosi grattacieli, del Rockfeller Center, il simbolo del potere di New York. La visita può continuare in quella che viene definita Downtown: Ground Zero, Wall Street e Battery Park, il punto migliore da cui si può osservare la città e da cui partono ogni quindici minuti i battelli per andare a visitare l’emblema della città: la Statua della Libertà; un modo migliore per effettuare spettacolari foto di questa icona è sicuramente prendendo il traghetto che conduce a Staten Island. Da qui è consigliata una passeggiata verso nord lungo Water street fino a South street seaport (pier 17), da dove potrete ammirare il fantastico ponte di Brooklyn. Nella vostra visita non può mancare una salita sul Top of the Rock per godere di una vista panoramica su tutta New York e su un’altra icona della città: l’Empire State Building. Ma Manhattan non è solo questo, per scoprire gallerie d’arte,caffè e boutique non può mancare una passeggiata tra i quartieri di Chinatown, Tribeca, Little Italy (Mulberry street), Soho, Chelsea, il Village e Harlem che dopo un attento programma di rivalutazione socio culturale è diventato un quartiere molto interessante e da non perdere assolutamente.

18 Giugno: New York – Orlando  

Orlando
Orlando sorta come campo militare nel 1837 ai tempi della guerra conto gli indiani Seminoles, ha avuto un grande sviluppo nel XIX secolo con l’arrivo della ferrovia e, nel 1950 il suo territorio è stato scelto come base spaziale;  Cape Canaveral, infatti, si trova a poco meno di 70 km da Orlando. Il più importante avvento economico per Orlando avvenne nel 1965 quando Walt Disney annunciò il piano di costruzione per il Walt Disney World Resort. Sebbene Disney avesse valutato città come Miami e Tampa per la collocazione del proprio parco,le ritenne meno adatte anche in considerazione della maggiore minaccia di uragani nelle stesse. L’apertura del parco nel 1971 sfociò in un’esplosiva crescita demografica ed economica per l’area metropolitana di Orlando che ora racchiude le contee di Orange, Seminole, Osceola e Lake. Come risultato il turismo divenne il fulcro dell’area economica e Orlando e classificata come una delle principali destinazioni per vacanze nel mondo. L’area di Orlando ospita una grande varietà di attrazioni turistiche che vanno dal Walt Disney World Resort, suddiviso in numerosi parchi a tema Disney,  alla Universal Orlando Resort ed al SeaWorld Orlando,  un parco d’avventura dedicato agli animali marini e altre specie zoologiche. Altre attrazioni dell’area denominata “Greater Orlando” sono: La Bok Tower situata a Lake Wales con gli eleganti giardini botanici; Gatorland, casa di migliaia di coccodrilli ed alligatori; l’International Trolley and Train Museum, dispone di 14 treni con suoni e luci che corrono per tutto il tragitto interno che presenta montagne alte 4 metri, cascate e più di 30 tunnel.  Wekiwa Springs State Park, comprende 28,3 km² di selvaggia Florida. Il kennedy Space Center, a soli 64 km da Orlando è un noto centro sperimentale e  base di lancio dei missili e delle navette spaziali, la visita vi porterà alla scoperta del capannone di assemblaggio e della stazione di lancio di Cape Canaveral con il centro di addestramento degli astronauti.

20 Giugno: Lake Buena Vista – Miami 

Miami
Miami è una località turistica di fama mondiale grazie al suo clima mite durante tutto l’anno, offre ai turisti innumerevoli attività ricreative oltre alle bianchissime e ampie spiagge con hotel di tutte le categorie. Miami fu fondata ufficialmente come città il 28 luglio 1896,negli ultimi anni vi è stata una forte crescita demografica determinata dall’immigrazione, sia dall’estero che da altre città degli Stati Uniti, infatti a Miami sono presenti molte etnie ed è forte l’influenza delle grandi comunità latino-americane e caraibiche di lingua spagnola e creola. L’importanza della regione come centro finanziario e culturale internazionale ha elevato Miami alla condizione di World City. Essendo uno snodo dei legami culturali e linguistici tra Nord America, Sud America e Caraibi viene anche chiamata “la capitale delle Americhe”. Il porto di Miami è collocato sulla Baia di Biscayne che si affaccia sull’Oceano Atlantico. Questo è collegato con il centro di Miami “Downtown Miami” dal ponte chiamato “Port Boulevard”. Il porto è conosciuto come il “Cruise Capital of the World” (La capitale mondiale delle crociere), questo per il fatto che è il porto al mondo dove transita il maggior numero di passeggeri/crociere, infatti qui attraccano le più grandi navi da crociera esistenti e qui fanno capo le maggiori linee di crociera. Il Deco District di Miami Beach, dopo un attento recupero architettonico iniziato nei primi anni ’80, è una zona caratterizzata da case e palazzi decorati secondo la moda degli anni ’30; Ocean Drive è la via principale del quartiere con numerosi ristoranti e club, per questo motivo frequentata a qualsiasi ora del giorno e della notte. Miami è un punto di partenza per visitare le vicine isole Keys, un arcipelago di 1700 tra isole e isolotti, tutte collegate tra di loro da una spettacolare autostrada che attraversa l’oceano con il Seven Mile Bridge. Tra le più famose Key Largo: la prima isola a Sud di Miami, è parte del John Pennekamp Coral Reef State Park, dove si possono fare interessanti immersioni e Key West la piu occidentale delle isole coralline fu covo di pirati e dal 1822 base navale ed è ricordata anche per essere stata residenza dello scrittore Ernest Hemingway.

22 Giugno: Miami – Parigi

23 Giugno: Parigi – Firenze