Il viaggio di nozze di Piero Sereni e Francesca Cecconi

3 Novembre: Roma – Dubai – Sydney

Sydney
Lo stile di vita rilassato e all’aria aperta ed il fascino architettonico fanno di Sydney una delle città più gradevoli e più facili da visitare. Gli abitanti sono cordiali e pieni di vita, con un modo di fare molto schietto, come i visitatori giunti durante le Olimpiadi di Sydney del 2000 hanno potuto constatare di prima mano. Non vi è alcun dubbio su quale città sia la vera metropoli cosmopolita d’Australia. È Sydney, città di grande eleganza, appassionata di sport e sempre pronta a festeggiare, che sia Capodanno o l’Australia Day. La Baia di Sydney è animata da battelli, yacht, lance, navi da crociera e kayak che lottano per conquistare un angolo della più bella baia del mondo. Con un’estensione di oltre 30 ettari, i Giardini botanici reali (Royal Botanic Gardens) si estendono in uno dei punti più scenografici di Sydney, al limitare della baia. Nelle cucine dei ristoranti di Sydney rinomati cuochi preparano prelibate alchimie culinarie. Visitare i mercati di generi alimentari biologici è diventata una delle attività preferite dell’intera popolazione. Sydney è la destinazione perfetta per chi ama la gastronomia, con ristoranti e locali che offrono sapori internazionali per tutti i palati e per tutte le tasche. La qualità del pesce è insuperabile, la scena gastronomica è ricca e multiculturale con ristoranti in grado di competere a livello mondiale.

7 Novembre: Sydney – Ayers Rock

Ayers Rock
Uluru (meglio conosciuto sotto il nome inglese Ayers Rock) è uno dei monoliti più grandi al mondo con un’altezza di 348 metri (anche se la maggior parte della sua massa è sotterranea come quella di un iceberg) e una circonferenza di 9.4 Km. Si erge nell’immensa piana desertica nel cuore dei Northern Territory ed è una delle icone più conosciute dell’Australia per il suo valore naturale e spirituale. E’ ritenuto infatti un luogo sacro dalle popolazioni aborigene Anangu che sono responsabili della sua protezione e gestione. Tuttavia all’inizio del ‘900 questa terra è stata dichiarata proprietà del governo australiano e solo negli anni ’80 ne è stato riconosciuto il titolo alle popolazioni aborigene che vi abitano. Da allora è stato nominato parco nazionale ed è oggi gestito congiuntamente dall’associazione Parks Australia e dalla popolazione Anangu che accompagnano i visitatori in escursioni a piedi. Il parco comprende anche il complesso roccioso Kata Tjuta (denominato in inglese Monti Olgas). Il nome aborigeno significa “molte teste” e si tratta infatti di un complesso di 36 cupole di arenaria rossa situate a circa 40 Km da Uluru.

8 Novembre: Ayers Rock – Kings Canyon
Attraversando il cuore del Deserto Rosso procedete alla volta del Kings Canyon.

Kings Canyon
Il Watarrka National Park è conosciuto universalmente con il nome di Kings Canyon, una possente gola rocciosa che fende la terra fino a una profondità di 270 metri. Posto sui contrafforti occidentali della catena montuosa dei George Gill Ranges, si trova a circa 300 km a nord-est del parco nazionale Uluru-Kata Tjuta e 310 km a ovest di Alice Springs. Servono circa tre ore per arrivare in auto da Uluru a Kings Canyon lungo la strada asfaltata della Lasseter Highway. Il Watarrka National Park, il cui nome in aborigeno si riferisce alla pianta a ombrello che vi cresce, è la terra dove abita la popolazione dei Luritja da oltre 20.000 anni. Il parco è un’importante zona di tutela del patrimonio ambientale e nelle fenditure nella roccia trovano riparo oltre 600 specie di piante e molti animali del luogo. La roccia rossa del canyon, perpendicolare al terreno, svetta per oltre 100 metri sopra palmizi lussureggianti e boschetti di felci e cicadacee incredibili, proteggendoli dall’aridità del deserto circostante.

9 Novembre: Kings Canyon – Alice Springs
Consigliamo di svegliarvi molto presto per effettuare la passeggiata nel canyon con le prime luci dell’alba. Il sentiero più impegnativo (6 km ca. percorribili in 3/4 ore) vi porta fino ad uno spettacolare punto panoramico. Esiste anche un percorso più breve e più facile che si snoda nella parte bassa del canyon. In tarda mattinata/primo pomeriggio suggeriamo di mettervi in marcia per Alice Springs.

Alice Springs
Alice Springs è una tipica cittadina dell’outback situata nell’ampio deserto di terra rossa dell’Australia Centrale.
Alice nacque appena 135 anni fa come semplice stazione del telegrafo e si è poi sviluppata grazie ai numerosi cercatori di oro e rubini che si avventuravano in questa zona nel corso del ‘900 ed è oggi punto di scalo nevralgico per la maggior parte dei visitatori direzionati verso Uluru. Da Alice Springs si estendono sia ad est che ovest le famose West e East MacDonnel Ranges, spettacolari catene montuose costituiti da numerose gole, pozze d’acqua scavate nella roccia e sentieri percorribili in giornata oppure in più giorni come il più impegnativo Larapinta Trail.

10 Novembre: Alice Springs – Adelaide

Adelaide
Gli spaziosi viali, l’elegante architettura e spazi verdi fanno di Adelaide una piacevole città da visitare.
Capitale dello Stato del South Australia. Luogo tranquillo e pacato, Adelaide offre numerose attività. Se desiderate immergervi nella ricca arte e cultura del South Australia, passeggiate lungo la North Terrace, il “viale della cultura”, dove potrete ammirare eccellenti collezioni e magnifici edifici. Ma la vera attrazione imperdibile di Adelaide è il Central Market, il cuore della passione cittadina per l’enogastronomia. Inoltre, da qui potete visitare la terra del più famoso dei vini australiani, il Penfolds Grange, nuotare con i delfini in acque cristalline o accarezzare un koala. Se invece è lo shopping la vostra passione, non mancate di visitare Rundle Mall.

11 Novembre: Adelaide – Cape Jervis – Kangaroo Island
Partenza per Cape Jervis, punto di imbarco dei traghetti per Kangaroo Island. La traversata dura 45 min circa.

Kangaroo Island
Kangaroo Island è la terza isola per grandezza in Australia situata a circa 110 Km a sud ovest di Adelaide. Grazie alla sua posizione isolata ha risentito solo in maniera marginale dell’insediamento europeo e conserva oggi buona parte della sua flora e fauna originaria, essendo dichiarata per un terzo del suo territorio parco nazionale o di conservazione. Sull’isola è infatti possibile vedere svariate specie autoctone di animali (koala, canguri, echidna, pinguini, leoni marini e foche della Nuova Zelanda…) e circa 900 specie di piante.

12 Novembre: Kangaroo Island – Victor Harbour
Partenza per Pennashaw per imbarcarsi sul traghetto per Cape Jervis. A seguire, proseguimento per Victor Harbour (70km) ca. dove è possibile avvistare le balene nelle acque di Encounter Bay.

Victor Harbour
Victor Harbor è una città situata sulla costa della Penisola di Fleurieu. La città è il più grande centro abitato sulla penisola, con un’economia basata sull’agricoltura, sulla pesca e su varie attività industriali. Un sito molto popolare è Granite Island, che è connesso al resto del continente tramite una piccola strada rialzata per tram e pedoni. Del servizio di tram trainato dai cavalli, si occupa la Victor Harbor Horse Drawn Tram. A Granite Island è inoltre situata una grande colonia di cuccioli di pinguino, che costituiscono una grande attrazione. Questi pinguini soggiornano sull’isola durante la notte per poi andare a caccia di cibo in mattinata ed infine rientrare al tramonto.

13 Novembre: Victor Harbour – Mount Gambier
Partenza per Mount Gambier, lungo la strada costiera che, nella prima parte, vi farà attraversare il Cooroong National Park, luogo dalla bellezza incantevole con alte dune sabbiose, basse lagune e una rete di lunghe e strette paludi. L’area è riconosciuta a livello internazionale come una delle più importanti riserve ornitologiche del mondo ed è altresì nota per i suoi siti ricchi di storia aborigena.

Mount Gambier
Mount Gambier, conosciuta anche come la città dei crateri, laghi e caverne, sorge sulle sponde di un vulcano estinto lungo la Limestone Coast nello Stato del South Australia. E’ possibile salire sulla Centenary Tower per approfittare di splendidi panorami o visitare il misterioso Blue Lake, adagiato nel cratere di un vulcano estinto.

14 Novembre: Mount Gambier – Apollo Bay
Partenza per un lungo tratto che vi porterà fino alla famosa Great Ocean Road, strada costiera tra le più famose d’Australia per i suoi panorami mozzafiato.

Apollo Bay
Apollo Bay è posizionata lungo la famosa Great Ocean Road, strada costiera panoramica che si estende tra Torquay e Warrnambool, ai piedi della foresta pluviale dell’Otway National Park. Da qui sono infatti facilmente raggiungibili sia i 12 Apostoli (iconiche formazioni calcaree create milioni di anni fa dall’erosione della parete costiera dalla quale si sono lentamente staccate, ergendosi oggi isolate dalla costa per un’altezza fino a 45 metri) sia la Fly tree top Walk (percorso di 600 m sospeso a un‘altezza di 35 m da terra dalla quale si possono ammirare la foresta pluviale degli Otways e avvistare numerose specie di uccelli).

15 Novembre: Apollo Bay – Melbourne
Si parte alla volta di Melbourne. Potreste anche prendere un traghetto a Queenscliff fino Sorento e quindi risalire la Mornington Peninsula fino a Melbourne.

Melbourne
Melbourne è la capitale dello Stato di Victoria e la seconda città più grande del Paese, fu anche capitale dell’Australia dal 1901 al 1927. Il piccolo insediamento urbano lungo il fiume Yarra crebbe notevolmente grazie alla scoperta dei giacimenti d’oro nel 1865 e ben presto vennero realizzati grandi viali lungo gli assi urbani principali che tuttora conferiscono alla città il senso di ampi spazi aperti. E’considerata una città di grande fascino, grazie alla contrapposizione di elementi architettonici vecchi e nuovi. Si trovano infatti moderni grattacieli accanto a bellissime dimore vittoriane, come si può notare seguendo il percorso a piedi ‘Golden Mile Walk’. Melbourne è inoltre una città altamente multiculturale dove convivono diverse comunità etniche come dimostra anche la svariata offerta di piatti internazionali per cui la città è rinomata. Dappertutto, troverete bar e caffè che testimoniano la passione degli abitanti nel passare un po’ di tempo, chiacchierando con amici e conoscenti. Melbourne è anche considerata la capitale culturale d’Australia, grazie al suo fitto calendario di manifestazioni artistiche e culturali, che spaziano dall’arte alla musica, dalla cucina al cinema e così via.

19 Novembre: Melbourne – Dubai

20 Settembre: Dubai – Roma


Prenota la tua quota regalo per la lista nozze di Pero e Francesca: potrai successivamente confermare la prenotazione con un bonifico bancario o recandoti direttamente in agenzia

Lista nozze: PIERO SERENI e FRANCESCA CECCONI