Regno Unito, Brexit

La Brexit è stata formalizzata dal 31/01/2020: a partire da questa data il Regno Unito non fa più formalmente parte dell’Unione Europea. Il governo britannico ha annunciato che almeno nell’immediato non saranno previste modifiche alle norme relative all’ingresso nel Paese. Per i cittadini italiani e dei Paesi UE non è quindi necessario (al momento) alcun visto d’ingresso, continuano ad essere sufficienti la d’identità o il passaporto. È invece necessario per la maggior parte dei cittadini non-UE, anche se regolarmente residenti in Italia, dato che il Regno Unito non aderisce all’area di libera circolazione Schengen.

Si segnala che si sono verificati notevoli disagi (fino al respingimento in frontiera) per i passeggeri in possesso di carte d’identità in formato cartaceo rinnovate con timbro apposto dal Comune di appartenenza. E’ opportuno verificare inoltre prima della partenza che il documento d’identità non presenti danneggiamento alcuno: il pur minimo deterioramento potrebbe comportare respingimenti.

Consigliamo di stipulare un’assicurazione sanitaria prima della partenza.