Aggiornamento spostamenti in Italia

A partire dal 26 aprile 2021 sono consentiti gli spostamenti tra regioni diverse nelle zone bianche e gialle senza alcun obbligo di certificazione o motivazione.

La certificazione verde è il pass necessario per potersi spostare da e per regioni di colore arancione o rosso. Avrà una durata di sei mesi per i vaccinati e i guariti e di 48 ore per chi si sottoporrà a test antigenico o molecolare con esito negativo. La certificazione sarà in formato cartaceo o digitale e sarà compilata dalla struttura presso la quale è stato effettuato il vaccino. Per le persone guarite, il certificato sarà rilasciato dalla struttura presso la quale è avvenuto il ricovero del paziente o, per i non ricoverati, dai medici di medicina generale e dai pediatri di libera scelta. Il pass cesserà di avere validità qualora l’interessato risulti successivamente di nuovo positivo al Covid. Chi si sottoporrà a test (antigenico rapido o molecolare) con esito negativo avrà una certificazione verde della durata di 48 ore che sarà rilasciata dalla struttura stessa che ha effettuato il tampone: strutture sanitarie pubbliche, private e accreditate, farmacie, medici di medicina generale o pediatri. Il pass resterà in vigore fino all’attivazione della piattaforma europea, nella quale saranno convogliati anche i certificati nazionali. A quel punto entrerà in vigore il cosiddetto DGC-Digital Green Certificate, interoperabile a livello europeo. I bambini sotto i 2 anni sono esentati.

Alcuni governi regionali hanno tuttavia introdotto specifiche restrizioni.

In particolare fino al 15 Giugno 2021, coloro che intendono imbarcarsi su linee aeree o marittime dirette in Sardegna, sono tenuti a registrarsi prima dell’imbarco tramite il modulo on line, e presentare copia della ricevuta di registrazione unitamente alla carta d’imbarco e a un documento d’identità in corso di validità. Sarà necessario dichiarare di aver effettuato il vaccino, oppure dichiarare di aver effettuato il tampone (molecolare o antigenico) con esito negativo non oltre le 48 ore prima della partenza. I vettori e gli armatori, prima dell’imbarco dei passeggeri acquisiscono e verificano, oltre alla ricevuta dell’avvenuta registrazione dei passeggeri, la documentazione attestante il possesso dei requisiti per gli spostamenti dalle Regioni di provenienza; vietano l’imbarco nel caso in cui la documentazione non sia completa o i passeggeri non siano in possesso dei requisiti. E’ possibile inoltre: effettuare il tampone rapido antigenico all’arrivo, presso le aree dedicate nei porti e aeroporti, o il tampone molecolare entro le 48 dall’arrivo, presso una struttura autorizzata (pubblica o privata accreditata). In caso di tampone antigenico all’arrivo occorre sottoporsi nuovamente a tampone rapido antigenico, presso una struttura di propria fiducia, al quinto giorno successivo a quello di sottoposizione al primo; sottoporsi all’obbligo di isolamento fiduciario per 10 giorni, con onere di darne comunicazione al proprio medico di medicina generale, al pediatra di libera scelta.


Come sempre, siamo a disposizione di tutti coloro che si rivolgeranno alla nostra agenzia per la prenotazione dei propri viaggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.