Visto Russia

Per l’ingresso in Russia è necessario il passaporto (con validità residua di almeno 6 mesi al momento dell’arrivo nel Paese) e il visto d’ingresso.

Si raccomanda vivamente di non arrivare in Russia sprovvisti di visto poiché “in loco” è impossibile regolarizzare la propria posizione nei confronti delle Autorità locali, con conseguente respingimento alla frontiera e ritorno in Italia a proprie spese e previo pagamento di una forte multa.

All’ingresso nel Paese si deve compilare la Carta di Immigrazione. Nei principali aeroporti essa viene compilata automaticamente al controllo in frontiera. Per il rilascio ed informazioni specifiche sui vari tipi di visto, rivolgersi direttamente agli Uffici diplomatico-consolari russi presenti in Italia.

Il Governo federale russo ha stabilito che dal 1 ottobre 2019 i cittadini di una lista di 53 Stati, tra i quali l’Italia, potranno ottenere gratuitamente online un visto elettronico che permetterà di soggiornare fino a otto giorni sul territorio di San Pietroburgo e regione di Leningrado (Leningradskaya Oblast). Tale visto consentirà di entrare ed uscire dalla Federazione Russa attraverso i punti di frontiera aerei, navali, automobilistici e pedonali (ma non attraverso quelli ferroviari) situati nel territorio di San Pietroburgo e della regione di Leningrado. Esso dovrà essere richiesto online con almeno 4 giorni di anticipo dal momento del previsto ingresso ed avrà validità massima per 30 giorni, nell’ambito dei quali sarà possibile soggiornare e spostarsi, ma solo all’interno delle regioni indicate, per un massimo di otto giorni totali.