Brasile

Una visita in Brasile non può che iniziare dalla splendida Rio de Janerio. Si potrà effettuare un’escursione al Pan di Zucchero, raggiungibile in teleferica, da cui si può godere di una vista strepitosa della Baia di Guanabara e delle sue isole, del Cristo Redentore e delle spiagge più famose di Rio. Sarà possibile raggiungere in jeep il Corcovado con la maestosa statua del Cristo Redentore, attraversando la foresta di Tijuca la più grande foresta urbana al mondo. Capire il paese passa anche attraverso un’escursione ad una favela tra le più grandi di Rio, la favela Rocinha dove risiedono circa 150.000 abitanti.
Dopo qualche giorno di sosta potrete proseguire (in volo) per Foz do Iguaçu, dove potrete visitare le celebri cascate sia dal lato brasiliano che da quello argentino, attraversando ponti sospesi fino al punto più impressionante detto Garganta del Diablo.
Con un comodo volo interno sarà possibile raggiungere Salvador de Bahia dove sarà possibile visitare il “Mercado Modelo”, una caratteristica costruzione dove si trovano innumerevoli botteghe di artigiani che espongono il ricchissimo artigianato locale. Ma Salvador de Bahia offre molto altro: qui si trovano 365 chiese, una per ogni giorno dell’anno, la maggior parte risalenti al XVII e XVIII secolo, tra le più importanti: la Chiesa do Carmo, la Cattedrale e la Chiesa di Sao Francisco, con l’interno tutto rivestito in oro, considerata il più bell’esempio di barocco portoghese al mondo. Il giro storico della città comincia al Farol da Barra, una delle cartoline della città, dove le acque interne della baia “todos os santos” lasciano spazio all’Oceano Atlantico, si percorrono i quartieri di Vitória, Campo Grande, Mercês, Piedade, Praça Castro Alves e Praça Municipal, caratterizzata dal Palazzo Rio Branco e dal famoso ascensore Lacerda che collega la parte alta (Pelourinho) alla parte bassa della città.
A chi ha ancora qualche giorno a disposizione consigliamo di prolungare il soggiorno nel Nord Est del paese, dove da Fortaleza sarà possibile raggiungere Sao Luis, città Patrimonio Mondiale dell’umanità dall’UNESCO, che preserva un omogeneo insieme architettonico coloniale latino-americano dei secoli XVIII e XIX. Ci sono oltre 3.500 case d’ineguagliabile valore storico ed artistico che ripercorrono il modo di vita delle antiche opulente famiglie della città.
Da Barreirinhas in 4×4 potrete raggiungere il Parque Nacional dos Lençois Maranhenses, spettacolare zona geologica, unica al mondo, totalmente formata da dune di sabbia che arrivano fino a 40 metri di altezza, occupano 50 km di costa in larghezza e formano 70 km di spiaggia tra lagune di acqua cristallina e sabbia finissima.
Da qui sarà possibile intraprendere una navigazione lungo il Río Preguiças, passando da Mandacaru osservando la ricca vegetazione e i piccoli villaggi che sorgono lungo le rive, fino a Cabure alla foce del fiume Preguicas, in un contesto naturale molto suggestivo, caratterizzato dalla spiaggia deserta da cui godersi il tramonto sul mare.
Proseguendo in 4×4 per Camocim, costeggiando sempre la costa brasiliana del nord est, si arriverà alla deserta e bellissima spiaggia di Maceio, situata a circa 15 km dal centro di Camocim.
Attraversando l’Area di Protezione Ambientale di Tatajuba e la Vila de Nova di Tatajuba, si raggiunge Jericoacoara, un piccolo villaggio di pescatori, mecca di windsurf e kitesurf, circa 300 km a ovest di Fortaleza. Jeri, come viene affettuosamente chiamata, è un luogo fuori dal mondo moderno frenetico, dove le strade sono lastricate di sabbia e dove le spiagge si estendono a perdita d’occhio e che, fino a circa 20 anni fa, era ancora un isolato e semplice villaggio di pescatori.
Viaggiando su strade dalle quali si potranno ammirare i paesini del nordest brasiliano e la vita pacata dei “sertanejo” (la gente del nordest brasiliano), potrà arrivare fino a Fortaleza per un vivace soggiorno balneare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.