Argentina

Buenos Aires: un viaggio in Argentina non sarebbe tale senza una visita della sua affascinante capitale, dove hanno sede le più famose scuole di tango del mondo. Nonostante gli undici milioni di abitanti la città ha saputo conservare le antiche tradizioni. Inizio da Plaza de Mayo, la Cattedrale, il Cabildo, Casa Rosada, il quartiere de La Boca e il passaggio Caminito, San Telmo, Puerto Madero, Recoleta e Palermo.

Con un volo interno verso la Patagonia si raggiunge Trelew. All’arrivo, visita di Punta Tombo (da settembre ad aprile), la più grande colonia di pinguini della Patagonia. In seguito, trasferimento a Puerto Madryn.

Sarà possibile raggiungere la Penisola Valdes, un’importante riserva naturale designata Patrimonio dell’umanità dall’UNESCO nel 1999. La costa è abitata da mammiferi marini, come il leone marino sudamericano, l’elefante marino e la foca sudamericana. La balena franca può essere avvistata nel Golfo Nuevo e nel Golfo San José, fra Maggio e Dicembre. Anche l’Orca è visibile lungo la costa. L’interno della penisola è abitato da nandù, guanachi e maras. Nell’isola è presente anche una grande varietà di uccelli: almeno 181 specie, 66 delle quali migratorie incluso il piccione Antartico. Continuazione per Punta Delgada.

In volo si raggiungerà Ushuaia, affascinante città ubicata nella Terra del Fuoco, famosa per essere la più australe del mondo, inserita in un paesaggio circondato da montagne che dominano il Canale di Beagle. Qui si potrà visitare il Parco Nazionale di Lapataia, al confine con il Cile, dove si potranno ammirare bellissimi scenari con picchi innevati, laghi e torrenti, sino ad arrivare in una zona dove i primi abitanti, gli indios Ona, usavano accendere grandi fuochi, da qui il nome “Terra del Fuoco” dato dai primi colonizzatori. Navigando sul Canale di Beagle si potranno osservare diverse colonie di leoni marini e varie specie di uccelli acquatici oltre all’affascinante Faro alla Fine del Mondo.

Trasferimento in aeroporto e partenza con volo per El Calafate, sul Lago Argentino: città della Patagonia meridionale, punto di partenza per la visita del Parco Nazionale Los Glaciares, del Cerro Chaltén e il Cerro Torre. A 78 km da El Calafate si potrà raggiungere il famoso ghiacciaio Perito Moreno, dichiarato dall’UNESCO, nel 1981, Patrimonio Naturale dell’Umanità. Questo ghiacciaio continentale è la terza riserva al mondo d’acqua dolce,. È il più famoso e spettacolare, ha un fronte di 3000 m di lunghezza e un’altezza di 60 m, da cui si staccano costantemente gigantesche torri di ghiaccio che cadono nel lago sottostante.

Si consiglia l’escursione: Rios ios de hielo express con la visita dei ghiacciai Upsala e Spegazzini. Navigazione fino al Canale Upsala, dove in base alla posizione degli iceberg, sarà possibile avvicinarsi alla parete del ghiacciaio, e continuazione verso il fronte del Ghiacciaio Spegazzini, il più alto del Parco Nazionale. Oppure l’escursione all’Estancia Cristina: navigazione da Porto Banderas fino al Ghiacciaio Upsala e il Canale Cristina, dove si trova l’omonima estancia (fattoria), uno dei luoghi più suggestivi dell’intera Patagonia.

Con un cambio aeromobile a Buenos Aires si raggiunge Puerto Iguazu. Si potranno visitare le cascate dal lato brasiliano da dove si possono apprezzare le migliori vedute dell’intero fronte. Dal lato argentino si raggiungere in trenino il belvedere, situato proprio dove le acque precipitano nella Garganta del Diablo, il punto più impressionate delle cascate. Puerto Iguazu è una città al confine con il Brasile e il Paraguay, a 18 km dalle omonime cascate nel Parco Nazionale dell’Iguazú. Sia la parte argentina che quella brasiliana del parco vennero inserite nell’elenco dei Patrimoni UNESCO.