Oman

    Souk, fiori, profumi, paesaggi incantevoli e calda accoglienza: un viaggio lungo “Mille e una notte”.
    Un viaggio in Oman è un’esperienza vissuta tra antiche tradizioni immutate nel tempo, una scoperta della sua cultura e della sua storia, tra remoti villaggi, tradizionali mercati, imponenti fortezze. L’Oman emoziona e sorprende, con la sua natura predominante, estrema e selvaggia e ancor più variegata di quanto ci si aspetti.

    Dai grandi altopiani rocciosi dei Monti Ajar, paesaggi lunari che regalano viste panoramiche mozzafiato, all’indimenticabile deserto di Wahiba Sands, un mare infinito e sconfinato di dune di sabbia dorata. Dai caratteristici Wadi, sorgenti di acque cristalline incastonate tra gole profonde a oasi con lussureggianti palmeti sino alla costa, fatta di selvagge spiagge di sabbia bianca e riserve naturali.

    L’Oman è un paese molto ampio, ben distante dal modello metropoli sul mare e deserto alle spalle: qui è certamente possibile trovare spazi immensi di deserto ma non mancano spiagge di sabbia bianca e mare cristallino, vette che superano i 3.000 metri, gole e cascate in cui è possibile tuffarsi, oasi lussureggianti come miraggi che costellano il deserto, grotte profonde per gli amanti dell’avventura, sorgenti termali, rocche e castelli a testimonianza delle civiltà che si sono susseguite per dominare questo avamposto di penisola araba che guarda l’Oriente.

    Isolato, misterioso, affascinante, l’Oman è decisamente la destinazione più romantica di tutta la penisola araba, di cui occupa l’intera estremità sud-orientale. Un paese affascinante dove si respira l’atmosfera di un mondo antico e di tradizioni millenarie tra paesaggi mozzafiato: dai grandiosi paesaggi montani (penisola del Musandam) alle interminabili distese di sabbia, dai profondi canyon (Wadi) alle spiagge di sabbia candida, dalle antiche fortezze ai villaggi di pescatori. Numerose riserve naturali: la “Dimaaniyat Islands Nature Reserve”, Nove isole circondate da barriere coralline dove nidificano uccelli e tartarughe; l’habitat naturale “Arabian Oryx Sanvtuary”, dove vivono gazzelle arabe, lo stambecco della Nubia, il caracal, il gatto delle sabbie e l’otarda; As-Saleel Natural Park, dove vivono la rara lince di Gordon e la gazzella araba; lungo la costa si trova un’area protetta per la riproduzione delle tartarughe.

    Menzione dovuta per la capitale Muscat, dove è possibile alternare la visita dell’antico quartiere di Muttrah, che si trova in riva al mare ed è caratterizzato da un souk labirintico e da una lunga corniche naturale, a quella dei quartieri più moderni che ospitano gli hotel di lusso.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.